Non si sboccia più: ecco l’ultima story
Le immagini del fermo dei protagonisti della festa clandestina alle Scuole Medie di Locarno 1 sono l’epilogo di una brutta vicenda per il Canton Ticino
di fsu
Non si sboccia più: ecco l’ultima story
Foto Ticinonews

Una festa clandestina a base di champagne dentro a una Scuola Media del Canton Ticino. Quelle pubblicate nella notte e questa mattina su Instagram dall’influencer e imprenditore italiano Davide Lacerenza sono immagini che hanno suscitato indignazione, e diremmo giustamente. Ieri sera alcune persone, tra le quali appunto Lacerenza e un insegnante delle Scuole Medie di Locarno 1, sono entrate nella scuola e hanno improvvisato il loro party. Un’iniziativa che il Dipartimento dell’educazione, della cultura e dello sport ha definito “altamente lesiva dell’immagine istituzionale della scuola”. La gita fuori porta di Lacerenza, della sua compagna e di un altro uomo, non poteva che concludersi così, come vedete nelle immagini girate da Teleticino: con i tre portati via da alcune pattuglie della Polizia cantonale dall’albergo di Giubiasco dove hanno pernottato.

Loading the player...

Gli accertamenti, come ci spiegano le autorità, sono tuttora in corso. Al termine di questi, quando verosimilmente Ministero pubblico e Polizia cantonale faranno un comunicato stampa, si capirà di quali reati sono accusati i partecipanti al festino e se nella scuola è stata portata anche della droga, come alcune immagini postate su Instagram fanno supporre.

Conseguenze probabilmente serie vi saranno, è quasi scontato, anche per il docente di italiano che ha partecipato al festino e che, con buona probabilità, ha permesso al gruppo di entrare a scuola. L’uomo, come spiega il Decs nella sua nota, “è stato immediatamente sospeso dalle sue funzioni” e anche dal punto amministrativo “le responsabilità saranno chiarite al più presto”.

  • 1