Nebiopoli: “Valutiamo ancora”
In seguito alla decisione del Rabadan di volere rinunciare all’edizione 2022, anche nella versione ridotta, il carnevale di Chiasso fa sapere di attendere chiarimenti da parte del Cantone
di daco
Nebiopoli: “Valutiamo ancora”
© CdT/ Chiara Zocchetti

Il Rabadan getta la spugna, il Nebiopoli valuta ancora il da farsi. Ribadendo quanto affermato ieri a Ticinonews, la repubblica carnascialesca chiassese, unico grande carnevale a non avere ancora rinunciato ai festeggiamenti, fa sapere, di fronte all’aumento dei casi e alle misure che il Consiglio federale conta di introdurre, di volere “attendere le indicazioni dell’autorità cantonale. Il Consiglio di Stato ed il Gruppo grandi eventi ci hanno promesso una comunicazione nel corso della giornata di domani, a seguito di cui potremo fare dei ragionamenti più precisi. Nebiopoli non sottovaluta la situazione, anzi, sta osservando l’evoluzione con attenzione. Spegnere il motore organizzativo in questo momento vorrebbe dire non avere la forza di riaccenderlo”.

“Pronti a fermarci in qualsiasi momento”
Nebiopoli contava di tenersi facendo affidamento sulla presentazione del Covid Pass: “Fino agli ultimi colloqui avuti con le autorità la scorsa settimana”, scrive il Comitato del carnevale, tutti gli attori coinvolti nelle valutazioni erano “possibilisti, intravvedendo nel certificato Covid un ottimo strumento per la gestione di grandi eventi. Vogliamo ora capire se non è più così. Abbiamo sempre detto di essere pronti a fermarci in qualsiasi momento”.

  • 1