Lugano airport, due cordate si alleano
“Northern Lights AG” e “Team LUG”, che avevano presentato ricorso contro la decisione del Municipio, hanno deciso di unire le forze per continuare assieme la procedura avviata dalla Città
di MJ
Lugano airport, due cordate si alleano
Foto © CdT/ Chiara Zocchetti

Dopo la revoca della decisione del Municipio di proseguire le trattative solo con la cordata di Artioli e il gruppo “Amici dell’aeroporto”, la Northern Lights AG di Andrea Burkhardt e Damien Hefti si è alleata con il “Team LUG” dell’ex sindaco di Morcote Nicola Brivio e Raffaella Meledandri, dopo che entrambe aveva presentato ricorso contro la decisione della Città.

“Migliori dal punto di vista tecnico e operativo”
Questo dopo che i rappresentanti si sono riuniti in quanto “si ritiene che i due gruppi assieme possano offrire e coprire la totalità delle caratteristiche e delle esigenze tecniche e operative per garantire un ottimale funzionalità e sviluppo dell’aeroporto di Lugano”. Infatti, si legge nel comunicato stampa, “dalle valutazioni eseguite dal ‘gruppo di lavoro aeroporto’ era infatti chiaramente emerso come i due gruppi risultavano essere i migliori dal profilo tecnico e operativo, essendo stati gli unici ad individuare, ad esempio, concrete soluzioni per risolvere l’annoso problema relativo al sistema di avvicinamento e al volo strumentale”.

Mano testa ad altri imprenditori
Per le due cordate “scopo dell’alleanza strategica è dunque quello di presentare un progetto globale che soddisfi tutti i requisiti formali e tecnici nell’interesse dell’aeroporto di Lugano, dei suoi utenti e delle aziende che operano attorno ad esso”. I due gruppi intendono ispirarsi a realtà come Gstaad e St. Moritz, dove si sono riuniti più gruppi di imprenditori: “La mano è dunque tesa anche agli altri gruppi, che pur avendo importanti risorse finanziarie, sono apparsi meno incisivi dal punto di vista tecnico e operativo”.

Enfasi su voli charter e di linea, si vuole il rinnovo della concessione
“Particolare attenzione”, si legge inoltre, “verrà data anche allo sviluppo di voli di linea e charter, ritenuti elementi imprescindibili per poter far sì che lo scalo luganese possa continuare ad essere considerato un aerodromo regionale pubblico”. A tal proposito, si legge, “Northern Lights AG” sosterrà, per tramite del suo partner “SouthSuisse Airways Sagl” di Agno, il programma di voli charter estivi avviato dal “Team LUG” con la piattaforma Summercharter.ch che prevede voli charter con destinazione Olbia e Cagliari per tutta l’estate del 2021, collaborando attivamente anche a questo progetto. Infine “si ritiene che non debba essere sottovalutato il tema della prossima scadenza dell’attuale concessione che scadrà nel 2026”, in quanto la Confederazione non garantisce più il rinnovo automatico ai concessionari precedenti “prevedendo la rimessa a concorso internazionale delle concessioni in scadenza”. Ad oggi quindi “non vi è quindi nessuna garanzia che chi si vedrà assegnata la gestione dell’aeroporto possa continuare a farlo anche dopo il 2026”.

  • 1