“Agire immediatamente contro i bocconi avvelenati!”
Lo chiede in un’interpellanza al Municipio di Lugano Nicholas Marioli, secondo il quale l’aumento dei casi nell’ultimo periodo sta generando rabbia nella popolazione
di MJ
“Agire immediatamente contro i bocconi avvelenati!”

Dopo le recenti segnalazioni di diversi bocconi avvelenati ritrovati in varie zone del Cantone, il Consigliere comunale di Lugano Nicholas Marioli presenta al Municipio un’interpellanza in cui si chiede di fare qualcosa per arginare il fenomeno. In particolare visti i casi a nei quartieri di Viganello e Pregassona: “Queste operazioni sono evidentemente biasimate e stigmatizzate da tutta la popolazione e dall’opinione pubblica, quindi la politica dev’essere in grado di dare delle risposte puntuali a questi fenomeni che, nonostante la civilizzazione della società, esistono ancora. Segnalo inoltre, a complemento di informazione, che nel frattempo è stata recapitata all’attenzione del Municipio una lettera sottoscritta da oltre 150 abitanti di Lugano, tra cui anche il sottoscritto, con lo scopo di sensibilizzare la politica sui fatti avvenuti nei vari quartieri nelle scorse settimane”.

Secondo Marioli inoltre “la popolazione è subito insorta e in men che non si dica sono spuntati cartelli dai seguenti contenuti: ‘A te che metti i bocconi avvelenati spero che tu sappia correre veloce perché se ti prendo, ti rompo così tanto i denti che i tuoi bocconcini dovrai mangiarli frullati’”.

Alla luce di quanto esposto, ecco le domande al Municipio:
1) Il Municipio era al corrente dei fatti avvenuti nelle scorse settimane?
2) Gli autori di tali gesti sono stati individuati?
3) In caso di riposta affermativa, quali sanzioni sono state adottate?
4) Quali passi intende intraprendere il Municipio per arginare questo fenomeno?

  • 1