“Il sistema di allerta ha funzionato”
Il ministro dell’Interno Horst Seehofer, in visita a Bad Neuenahr nella zona dell’Ahrweiler respinge le critiche di una mancata o tardiva allerta. I morti in Germania salgono a 165
di Keystone-ATS/MMINO
“Il sistema di allerta ha funzionato”
Foto Twitter

“L’Ufficio federale della protezione civile mi ha detto che i canali di allerta hanno funzionato”, ha dichiarato il ministro dell’Interno Horst Seehofer, in visita a Bad Neuenahr nella zona dell’Ahrweiler, accompagnato dal governatore del Nordreno Vestfalia Armin Laschet.

Il ministro dunque respinge le critiche di una mancata o tardiva allerta. “Il nostro sistema di allerta ha funzionato in ogni singolo caso”, ha detto il numero uno della Protezione civile (Bbk) Armin Schuster. Infatti il sistema automatizzato del Bbk ha inviato 150 segnalazioni di allarme che però non sono state prese sul serio. Il ministro dell’Interno respinge anche le critiche nella gestione dell’emergenza e dei soccorsi. “Il centralismo qui non cambia proprio nulla”, ha dichiarato Seehofer replicando indirettamente alla Verde Annalena Baerbock che aveva criticato la mancanza di coordinamento nella gestione dei soccorsi, legata anche al decentramento federale. Seehofer, che lascerà la politica attiva dopo le elezioni, sostiene che la struttura federale così com’è organizzata va bene e le critiche ricevute non sono che “spicciola retorica elettorale”.

Le vittime dell’alluvione salgono a 165
Il bilancio complessivo delle vittime in Germania sale a 165. Il Nordreno-Vestfalia ha infatti comunicato l’aggiornamento del numero dei morti nel suo Land che passano da 45 a 47. Il ministro degli interni del Land, Herbert Reul, avverte che si tratta però solo di un conteggio solo provvisorio e che non si può escludere che il bilancio finale sia ancora peggiore.

  • 1