Una tombola digitale per il Mulino di Maroggia
Avrà luogo il prossimo 23 gennaio alle 19 e andrà a sostenere la ricostruzione dello storico edificio. La partecipazione costa un franco a cartella
di MJ
Una tombola digitale per il Mulino di Maroggia
Foto © CdT/ Chiara Zocchetti

Lo scorso 23 novembre la sede storica del Mulino di Maroggia è stata completamente distrutta da un violentissimo rogo, che ha divorato una realtà unica nel suo genere in Ticino. Un disastro che ha cementato ancora di più la comunità locale intorno al titolare, Alessandro Fontana, che ha da subito dichiarato di voler ricostruire il sito, anche se ci vorranno almeno due anni di tempo perché un nuovo Mulino sia riportato in vita. Ma nel frattempo si moltiplicano le iniziative di sostegno come la “Tombola Digitale”, promossa per il 23 di gennaio alle ore 19.00 online da ated-ICT Ticino, l’associazione che vede fra i suoi membri aziende e individui che si occupano di tecnologia, innovazione e digitale.

Cristina Giotto, Direttore di ated-ICT Ticino sintetizza così l’iniziativa: “Come realtà fortemente radicata nel nostro territorio sosteniamo con grande convinzione l’utilizzo della tecnologia al servizio delle persone. Per questa ragione, nell’ambito del nostro progetto di “Solidarietà Digitale ated” avviato la scorsa primavera durante la prima ondata della pandemia, promuoviamo una tombola in formato digitale per il prossimo 23 gennaio alle ore 19.00. Con il ricavato, ated-ICT Ticino si propone di raggiungere almeno tre obiettivi. In primo luogo, pensiamo di fornire alcuni visori di realtà virtuale per consentire al pubblico che visita digitalmente il Mulino di Maroggia un’esperienza immersiva; vorremmo, poi, offrire una stampante 3D ALIMENTARE in grado di utilizzare cibi e materie prime alimentari per dare vita a progetti formativi con i ragazzi e le ragazze del nostro territorio. Infine, prevediamo di poter ricostruire in modalità virtuale il Mulino distrutto il 23 novembre, così da valorizzarlo come centro di formazione di eccellenza digitale, finchè non sarà ripristinato come sito fisico di produzione”.

Alessandro Fontana, titolare del Mulino di Maroggia continua: “Per noi ricostruire è un dovere nei confronti della collettività e sentiamo di volerlo fare non solo per i nostri dipendenti, ma anche per gli agricoltori, il Cantone e tutta la popolazione. Oltre alla possibile creazione di un polo cantonale del cereale e l’idea di una collaborazione con il centro di competenze agroalimentari ticinese (CCAT), con ated-ICT Ticino stiamo lavorando al progetto della Tombola Digitale per avvicinare la realtà del Mulino alle persone attraverso uno strumento tecnologico innovativo”

I biglietti della Tombola sono in vendita nei distributori ECSA, PICADILLY e CITY del Mendrisiotto, Luganese, Bellinzonese e Locarnese al costo di 1 CHF a cartella. Poi si giocherà comodamente da casa collegandosi il 23 gennaio 2021 alle ore 19.00 attraverso cellulare, tablet o computer a Zoom, Gototraining o Facebook. Premi in palio e ulteriori dettagli del progetto sono disponibili sulla piattaforma di ated-ICT Ticino dedicata alle iniziative solidali per il territorio a questo link: https://solidarietadigitaleated.ch

  • 1