Tram-treno del Luganese, il bando è da rifare
Il TRAM ha accolto i ricorsi che “non tenevano in considerazione l’organizzazione e l’esperienza dei team di progettazione”
di MMINO
Tram-treno del Luganese, il bando è da rifare

Il bando per la progettazione del Tram-treno del Luganese va rifatto. È quanto riporta la RSI dopo aver avuto accesso alla sentenza del Tribunale cantonale amministrativo(TRAM). La sentenza sottolinea che il bando debba essere nuovamente indetto visto che secondo i ricorrenti “mancavano criteri che tenessero in considerazione l’organizzazione e l’esperienza dei team di progettazione, come capacità tecniche e organizzative”. Il progetto è nato per collegare in maniera veloce la Valle del Vedeggio e il centro di Lugano.

Il progetto – aveva spiegato il DT – rappresenta per la regione del Luganese “un passo molto importante verso una mobilità più efficiente e sostenibile” ed è una tappa prioritaria del progetto della rete tram-treno del Luganese che “getta le basi per la realizzazione di una rete ferrotranviaria che in futuro permetterà collegamenti rapidi, efficaci e frequenti nel segno della sostenibilità”. L’inizio dei lavori era previsto per il 2022, la conclusione per il 2029 e ha un costo stimato in oltre 400 milioni di franchi. Ora è da capire se la sentenza causerà dei ritardi.

  • 1