Si spaccia per Gobbi e chiede soldi
Il consigliere di Stato segnala un profilo falso su Facebook: “Non accettate l’amicizia, non sono io”
di ls
Si spaccia per Gobbi e chiede soldi

C’è qualcuno che si spaccia per Norman Gobbi, chiedendo denaro. Non nella vita reale, ma su Facebook, dove un utente ha creato un profilo falso del Consigliere di Stato, che chiede l’amicizia e poi invia messaggi, offrendo finanziamenti allo scopo di rubare soldi. A segnalarlo è lo stesso Gobbi sulla sua pagina social, mettendo in guardia dall’accettare amicizie da questo profilo, in cui appare la foto del ministro sorridente sullo sfondo di montagne imbiancate, l’informazione che vive a Locarno e la scritta in inglese “God bless me everytime” (Dio mi benedica ogni volta).

“Mi chiamo Norman Gobbi, sono il primo consigliere del sindaco del comune ticinese” è il messaggio, pieno di imprecisazioni ed errori, che riceve il nuovo amico di Facebook. “Al fine di aiutare le persone, gli investitori e i direttori e l’avvio, del virus Corona che ha colpito il mondo, e in particolare gli affari. Abbiamo creato un servizio adatto a tutti voi”. In seguito si parla di “offerta governativa e top secret”, in cui si propone un tasso di interesse del 3% per tutte le richieste dell’utente riguardanti attività, proprietà o prestiti personali.

Non propriamente un messaggio che scriverebbe un consigliere di Stato, ma potrebbe esserci qualcuno pronto a cadere nel tranello. L’invito è quello di segnalarlo a Facebook.

  • 1