Salta il volo Lugano-Zurigo?
Il CEO di Swiss parla di possibile cancellazione della tratta: "Non rinnoveremo il contratto con Darwin". Ma Sozzi ridimensiona: "Ipotesi remota"
Redazione

La compagnia aerea Swiss sta seriamente valutando di abolire i voli sulla tratta Lugano-Zurigo a partire dal prossimo autunno, quando scadrà il contratto di collaborazione con Darwin Airline, che di recente è divenuta Etihad Regional, dopo l'acquisizione del 33,3% del suo capitale da parte della compagnia araba.

Lo ha affermato il CEO di Swiss Harry Hohmeister sulla Sonntaszeitung. "Non ha senso noleggiare un aereo da un nostro diretto concorrente (Etihad, n.d.r.). Per cui non prolungheremo il contratto con Darwin, valido fino a ottobre:"

La Swiss, ha spiegato Hohmeister, non potrà effettuare il volo con aerei propri, visto che non dispone di velivoli adatti alla pista di Lugano-Agno. "Ci sono diverse opzioni" ha aggiunto il CEO di Swiss. "Potremmo noleggiare un aereo da un'altra compagnia. Ma potremmo anche semplicemente abbandonare la linea."

Swiss non vede di buon occhio l'espansione di Etihad in Europa. Anzi. La compagnia degli Emirati Arabi è accusata di praticare dumping sociale e dei prezzi. "Parliamo di una situazione di concorrenza acuta, che deve assolutamente preoccuparci" ha dichiarato Hohmeister.

Etihad, dal canto suo, non mostra particolare interesse per la linea Lugano-Zurigo.

Una linea che potrebbe così fare le spese di una guerra tra colossi dei cieli. Ma il direttore di Lugano Airport Alessandro Sozzi, sentito dai nostri colleghi di TeleTicino, ridimensiona le grida d'allarme lanciate dal CEO di Swiss. "Si tratta solo di un'ipotesi remota" afferma, dicendosi fiducioso sul mantenimento futuro della linea.

Per saperne di più, guarda il servizio di TeleTicino, questa sera al TG delle 18.45.