“Preoccupa la Mappo Morettina”
Dopo il rapporto USTRA, che ha evidenziato “importanti lacune” nella galleria, Bruno Storni interroga il Consiglio federale: “Quali i costi di intervento e come mai non si è intervenuti finora?”
di MJ
“Preoccupa la Mappo Morettina”
Foto CdT/Gabriele Putzu

Il Consigliere nazionale PS Bruno Storni si dice preoccupato per lo stato della galleria Mappo Morettina e di conseguenza ha presentato un’interrogazione al Consiglio federale chiedendo lumi sul perché delle lacune rilevate dall’USTRA, sul perché non si sia intervenuti prima e su cosa si intende fare nel prossimo futuro: “Lo scorso mese di luglio”, scrive Storni, “USTRA ha reso noto i risultati dell'analisi sulla sicurezza della Galleria Mappo Morettina rilevando importanti criticità nelle vie di fuga per gli automobilisti in caso di incidenti o incendio per l'eccessiva distanza tra le vie di fuga di 600 metri invece dei 250 previsti dalle norme di sicurezza in vigore”.

Storni ricorda come “l’incidente del 2001 nella Galleria autostradale del San Gottardo aveva fatto 11 vittime della quali 9 per asfissia per non aver raggiunto o visto le porte delle via di fuga sebbene fossero a distanti al massimo 250 metri (...), immaginiamoci dover correre 600 metri invece di max 250 metri per mettersi in salvo dai fumi di un incendio in una galleria”.

“Tra le strade più trafficate del paese”
“Essendo la Mappo Morettina tra le più trafficate del Paese con in media 26 000 v/g, ben oltre ad esempio la Galleria autostradale del San Gottardo media 13 400 v/g e il conseguente elevato rischio di incidenti”, il Consigliere nazionale sottopone quindi le seguenti domande al Consiglio federale, in particolare domandando perché non si sia intervenuti finora nonostante la normativa sia in vigore dal 2004:

1. La normativa che prevede una distanza di 250 metri delle vie di fuga è in vigore dal 2004 come mai non si è intervenuti finora?
2. Chi ha effettuato e quando i collaudi di sicurezza negli ultimi 20 anni, con quali esiti e ogni quanto vengono riverificati?
3. Ci sono altre gallerie in Svizzera dove non sono rispettati i parametri di sicurezza?
4. Per quando si prevede una sistemazione definitiva con la realizzazione di vie di fuga ogni 250 metri?
5. A quanto ammontano i costi per l'investimento per garantire il rispetto delle norme di sicurezza?
6. La misura di sicurezza annunciata che prevede limitazione della velocità a 60 km/h quando il flusso supera 1250 veicoli per ora, non è già fisiologica per una galleria a due corsie quando il flusso raggiunge i 1200 veicoli ora?
7. Qual è la capacità massima (veicolo/ora) per direzione di una galleria a due corsie come la Mappo Morettina?

  • 1