Nuovo bicchiere (con microchip) per il Rabadan
Il carnevale di Bellinzona punta sulla sostenibilità e sulla diminuzione dei rifiuti. Ecco come
Redazione
Nuovo bicchiere (con microchip) per il Rabadan
Nuovo bicchiere (con microchip) per il Rabadan

La Società Rabadan ha presentato il progetto RabaGreen 2020, attraverso il quale il più grande e antico Carnevale del Canton Ticino intende convertirsi all’ecocompatibilità riducendo al minimo la produzione di rifiuti.

Gli elementi del progetto sono un potenziamento importante della raccolta differenziata durante la manifestazione, il bicchiere novità, l’uso di stoviglie lavabili per i pranzi offerti (Pranzo del cuore al giovedì, pranzo anziani al venerdì, risotto del martedì), la messa a disposizione di raccogli-mozziconi e l’ingaggio di ragazzi per la raccolta di rifiuti durante la manifestazione.

Inoltre, il bicchiere ufficiale Rabadan 2020, totalmente realizzato in materiale non inquinante e arricchito di uno speciale Chip legato ad un Applicazione per smartphone, verrà offerto gratuitamente a tutti coloro i quali acquisteranno il pass settimanale. Lo stesso, garantito per oltre 2’000 lavaggi, sarà offerto al costo di 5 CHF anche a chi acquisterà il pass per la singola serata. Per chi comunque non volesse acquistarlo, Rabadan si impegna ad offrire ad ogni punto di mescita un bicchiere totalmente biodegradabile soggetto ad un’ecotassa (0.50 cts per ogni bevanda).

Il progetto del bicchiere ufficiale comprende i bar del capannone, le tendine e gli ambulanti. Si spera inoltre che, sulla scorta di quanto emerso dall’incontro con gli esercenti vi sia anche un nutrito numero di questi ultimi.

L’investimento per l’intero progetto RabaGreen 2020 (raccolta differenziata, bicchiere ufficiale, stoviglie lavabili, raccogli mozziconi e raccolta rifiuti durante la manifestazione) è stimato in ca. 80'000 CHF, di cui 10'000 CHF è il contributo dalla Città di Bellinzona, 15'000 CHF il contributo del Cantone (Dipartimento del Territorio) e di ACR. A sostegno del progetto vi è anche il WWF e alcuni sponsor interessati alla novità ecologica 2020.

Tutti i dettagli nel TG di TeleTicino