Ticino
Mario, il corridore quasi cieco della mezza maratona
Redazione
5 mesi fa
Alla mezza maratona di Locarno-Ascona ha partecipato anche Mario Kämpfen, che soffre di una malattia della retina. Questo non gli impedisce tuttavia di partecipare alle gare.

Tra i partecipanti alla mezza maratona di Locarno-Ascona di domenica scorsa ce n'era uno molto particolare: il cosiddetto corridore di Retina Suisse Mario Kämpfen che dall'occhio destro non vede più nulla, mentre da quello sinistro solo al centro. Kämpfen soffre di una malattia della retina, di retinite pigmentosa, come l'ex consigliere di stato Manuele Bertoli. Ma questo non gli impedisce di partecipare alle gare.

Il miglior tempo personale

Circa 800 corridori hanno partecipato alla mezza maratona di 21,3 chilometri e Mario Kämpfen ha concluso al 459° posto. Con 2 ore e 5 minuti, domenica ha ottenuto il suo miglior tempo personale. Il corridore 39enne vallesano di Visp non è mai stato così veloce. Mario ama il Ticino e i ticinesi. Apprezza la cordialità e lo stile di vita rilassato della gente, nonché l'incantevole paesaggio. Ricorderà Locarno anche per un altro motivo: dopo la gara, alcuni partecipanti si sono avvicinati a lui e lo hanno ringraziato per aver incoraggiato gli altri, in quanto corridori con un handicap, a continuare e a non interrompere la corsa. Aveva dato loro ulteriore energia.

Raccogliere fondi

Mario Kämpfen corre per tutte le persone ipovedenti e cieche mostrando che anche le persone con un handicap sono capaci. Durante le sue corse Mario Kämpfen viene accompagnato da una guida dell’associazione Blind-Jogging, e corre per conto dell'associazione Retina Suisse. Uno degli scopi della sua corsa di domenica a Locarno è stato quello di raccogliere fondi per questa associazione che offre informazioni e consulenza a persone colpite da una malattia della retina. Eventuali donazioni sono possibili all'indirizzo retina.ch/it/donazioni.