Lungolago e Lugano centro verso la riqualifica
È stato reso pubblico l’esito dei Mandati di studio paralleli per il comparto, che saranno alla base del Masterplan. Ecco i risultati e le raccomandazioni degli esperti
di ls
Lungolago e Lugano centro verso la riqualifica
Immagine CdT/Gabriele Putzu

Sono stati presentati al Municipio di Lugano i risultati dei Mandati di studio paralleli (MSP) per il Lungolago e Lugano centro, che saranno alla base del Masterplan per lo sviluppo del comparto. A partecipare ai Mandati di studio paralleli 4 gruppi (Longlake, Ceresio, Vel di seta e Team BMV), i cui progetti sono stati valutati da un Collegio di esperti. Secondo quest’ultimo il progetto “Longlake” di Inches Geleta Architetti è quello che meglio corrisponde alle aspettative della Città e ha raccomandato al Municipio di procedere allo sviluppo del comparto tenendo come base principale questo progetto. Ma sono state formulate anche una serie di raccomandazioni che valorizzano idee e proposte degli altri gruppi. Di seguito una panoramica dei risultati principali.

Il perimetro d’intervento
Il perimetro d’intervento

Ridurre il traffico veicolare
Gli esperti hanno evidenziato la necessità di introdurre delle misure per la riduzione del traffico veicolare. A questo proposito, il gruppo Longlake ha proposto l’adozione di un pacchetto di misure, tra cui la definizione di una zona 30 km/h e la creazione di due zone d’incontro 20 km/h sul Lungolago (dal LAC a Piazza Indipendenza).

Completare la pedonalizzazione
I risultati del MPS hanno inoltre confermato la necessità di completare la pedonalizzazione del centro, estendendola a via Magatti e via della Posta: i percorsi di alcune linee del trasporto pubblico dovranno così essere spostati e le aree di carico-scarico ridefinite.

Piste ciclabili
In merito alle piste ciclabili il Collegio ritiene interessante l’allestimento di una pista bidirezionale separata, da Paradiso ai Giardini Belvedere. Entro il 2025 la Città valuterà inoltre l’implementazione di misure temporanee per la messa in sicurezza del traffico lento. Per la parte centrale, gli esperti propongono di adottare una strada di 6 metri di larghezza, sulla quale far coesistere il traffico motorizzato e ciclabile in un regime di velocità di 20/30 km/h.

Esempio Gruppo Longlake
Esempio Gruppo Longlake

I porti cittadini
I mandati di studio parallelo hanno evidenziato la necessità di mantenere i tre porti cittadini, suggerendo di caratterizzarne la destinazione: al porto della Foce dovrebbero concentrarsi i servizi portuali classici (rampa di alaggio, gru, stazione carburante, ecc.) e le barche a vela; nei porti Belvedere e Lanchetta si dovrebbero invece concentrare le stazioni di barche a motore e a remi. Il loro riordino e ampliamento permetterà di eliminare parte dei posti barca lungo le rive, aumentandone la fruibilità.

La riorganizzazione del Piazzale ex-Scuole
Secondo il Collegio d’esperti quest’area dovrà poter accogliere diverse funzioni e garantire spazi per usi conviviali, in base all’evoluzione delle esigenze legate al nodo intermodale del trasporto pubblico e senza un’edificazione fuori terra (al massimo una copertura simile a quella già presente). Gli esperti auspicano, d’altro canto, la creazione di una sistemazione sotterranea con stalli per cicli e motocicli.

La logistica urbana
Su questo tema gli esperti consigliano di approfondire la proposta formulata dal gruppo Longlake, ovvero di sviluppare un’attività di supporto alla distribuzione per il commercio al dettaglio da realizzare negli spazi del sottosuolo dell’Autosilo Balestra, attualmente occupati delle linee del trasporto pubblico regionale (per le quali è previsto lo spostamento in corrispondenza della stazione FFS).

Il Masterplan e 4 misure prioritarie
Le raccomanazioni del Collegio confluiranno in un Masterplan, che verrà ultimato nei prossimi mesi e che sarà il punto di riferimento per un’azione coordinata della città. Sono tuttavia state suggerite alcune misure prioritarie, per le quali non sarà necessario attendere l’ultimazione del Masterplan. Tra queste figurano l’avvio del concorso di achitettura per il Piazzale ex-Scuole, la definizione dei percorsi ciclabili nel tratto tra Paradiso e Campo Marzio, il riordino dei posti barca e l’ampliamento dei porti e degli imbarcaderi, nonché il proseguimento della progettazione delle tre piazze centrali che attorniano Palazzo Civico, previsto dal progetto di massima dello studio Buletti Fumagalli Del Fedele Bernardi architetti concepito nei primi anni 2000.

Esempio Gruppo Vel di seta
Esempio Gruppo Vel di seta
  • 1