Ticino
Lugano Sostenibile: “Quanto realmente?”
Immagine CHIARA ZOCCHETTI
Immagine CHIARA ZOCCHETTI
4 mesi fa
È il quesito che la presidente dell’Associazione Zenzero Jane Lepori pone in una lettera trasmessa al sindaco di Lugano Michele Foletti. Nel mirino lo spettacolo pirotecnico del 1° d’Agosto

Lugano Sostenibile? Un programma “pieno di propositi e di validi contenuti ma” che “dal suo esordio di un anno fa stenta a produrre attività e risultati significativi”. Il giudizio è espresso dall’Associazione Zenzero, no profit con sede nella regione, che per mano della sua presidente Jane Lepori scrive una lettera al sindaco Michele Foletti.

Associazione Zenzero si inserisce in un dibattito che negli ultimi giorni sta animando la Città: l’opportunità di tenere o meno uno spettacolo pirotecnico. “In occasione dell’imminente celebrazione del 1° agosto, ma anche per le feste future, abbandoniamo la consuetudine dei fuochi di artificio e destiniamo le risorse allocate a progetti che parlano davvero di sostenibilità”.

L’iniziativa Lugano Sostenibile
Lugano Sostenibile è un’iniziativa lanciata lo scorso anno dalla Città e che mira alla realizzazione di progetti concreti che rispondono ad alcuni degli obiettivi di sviluppo sostenibile contenuti nell’Agenda 2030 dell’Onu.

“Non si continui a dire: ‘Si è sempre fatto così’”
Secondo Lepori, i fuochi d’artificio ricorderebbero “scene di guerra del conflitto russo-ucraino”, inquinerebbero e provocherebbero disagio agli animali. “Continuare a dire “si è sempre fatto così” non è sicuramente una corretta e condivisibile motivazione, scegliere di dare un’impronta nuova nella direzione della responsabilità è sicuramente un gesto di grande onore e di chiara volontà di determinare un corso innovativo e consapevole. Per esempio, come reagirebbe l’opinione pubblica sapendo che le risorse per gli spettacoli pirotecnici serviranno, come menzionavo poco sopra, allo sviluppo di microprogetti di sostenibilità sul territorio?”

© Ticinonews.ch - Riproduzione riservata