Lugano: passi avanti per il Campo Marzio
Il Legislativo ha stanziato 1 milione per la seconda fase del concorso. Ma non sono mancate le critiche
Redazione
Lugano: passi avanti per il Campo Marzio
Lugano: passi avanti per il Campo Marzio

La seconda fase del concorso di sviluppo e progettazione dell'area del Campo Marzio può iniziare. Ieri sera il Consiglio comunale ha infatti approvato a larga maggioranza (40 sì, 6 no, 4 astenuti) due messaggi municipali che permettono di portare avanti il progetto del nuovo polo congressuale, alberghiero e residenziale.

Non sono però mancate le critiche, come quelle della relatrice del rapporto stilato dalla Commissione della pianificazione Morena Ferrari Gamba (PLR), la quale ha puntato il dito in particolare contro il limitato numero di congressisti che il polo potrà ospitare, circa 1'500 invece dei 3'000 inizialmente previsti. Nicola Schoenenberger (Verdi) ha invece criticato l'assenza di una fermata del tram a fronte dei 711 posteggi previsti. Dal canto suo Michele Malfanti (PPD) ha giudicato carenti le informazioni sulla percentuale del terreno da destinare all'abitativo, mentre Gianmaria Bianchetti (Lega), che ha bocciato i due messaggi, ha affermato: "Stiamo toppando alla grande e stiamo favorendo l'interesse dei privati."

Il Municipio può comunque ritenersi soddisfatto per l'approvazione dei due messaggi, che permetteranno quindi di lanciare la seconda fase del concorso. Questa fase dovrebbe concludersi nel 2018, mentre il polo dovrebbe essere pronto entro il 2025.