Danneggiamenti
Lugano, atti vandalici alla Chiesa San Carlo Borromeo
© CdT
© CdT
un mese fa
La chiesa S. Carlo Borromeo di Lugano è stata vittima di importanti danneggiamenti alle vetrate e alle statue. Il presunto autore avrebbe problemi psichiatrici, ma gli accertamenti sono ancora in corso.

Vetri rotti e statue distrutte. È questo lo scenario che si è trovata davanti questa mattina una volontaria della Chiesa S. Carlo Borromeo di Lugano, che proprio questa mattina ha subito importanti vandalismi. Stando a quanto riportato dal Corriere del Ticino, l’autore, secondo a una prima ricostruzione, sarebbe una persona con problemi psichiatrici, ma gli accertamenti sono ancora in corso.

La vicenda

Stando a quanto riportato dal portale Catt.ch, alle 7.40 di questa mattina un giovane (si presume non mentalmente stabile) è entrato nella chiesa in Via Nassa. Impugnando un vaso di fiori avrebbe poi colpito il vetro protettivo la statua della Vergine, posto sopra l’altare. In un secondo tempo avrebbe usato un candelabro come mazza per distruggere altre statue e oggetti all'interno della chiesa. La moglie del sacrestano, aiutata da un’altra persona, ha poi chiuso il vandalo in chiesa e chiamato prontamente la polizia. Anche il sacrestano e vice priore della confraternita proprietaria della chiesa, arrivato poco dopo, ha provato a fermare l’intruso, che ha tentato di aggredirlo. Una volta giunti sul posto gli agenti hanno bloccato l’uomo. Successivamente, un gruppo di devoti della confraternita di San Carlo ha vissuto un momento di preghiera attorno al tabernacolo e anche come riparazione spirituale e richiesta di perdono per l’esecutore del gesto violento.

I tag di questo articolo