Le stazioni sciistiche si preparano alla stagione
A Carì si pensa positivo in vista dell’apertura fissata il 12 dicembre. Il direttore dell’impianto e la gerente dell’osteria spiegano le principali novità
di teleticino/ls
Le stazioni sciistiche si preparano alla stagione

Di neve all’orizzonte se ne vede ancora poca. Ma le stazioni sciistiche ticinesi si stanno preparando per la stagione invernale, quest’anno con rigorosi piani di protezione. La pandemia impone infatti tante regole. Ma a Carì, come negli altri comprensori sciistici, non ci si perde d’animo e si pensa positivo in vista dell’apertura fissata il 12 dicembre. Il direttore operativo Luca Müller e la gerente dell’osteria Belvedere Edana Giudici hanno spiegato le principali misure che gli appassionati di sci si troveranno di fronte. “Abbiamo spostato i lettori degli skipass per avere più spazio per le code” spiega Müller, elencando le diverse novità, tra cui l’obbligo della mascherina, che entreranno in vigore. In vetta, al ristorante, sono stati organizzati più punti di servizio e sono previsti percorsi e tracciamenti. Nel frattempo, sui 2’000 metri, si sta testando l’innevamento programmato. “La neve dal cielo costa naturalmente meno” sottolinea Müller. Ma nel caso in cui i fiocchi saranno scarsi, il comprensorio potrà garantire il manto bianco grazie ai cannoni.

Loading the player...
  • 1