Le cantine del Prosciutto crudo Piora aperte ai curiosi
Da oggi gli escursionisti a Cadagno potranno osservare l’essicazione del rinomato prosciutto attraverso delle apposite finestre di osservazione
Redazione
Le cantine del Prosciutto crudo Piora aperte ai curiosi
© Foto Rapelli
Le cantine del Prosciutto crudo Piora aperte ai curiosi
Le cantine del Prosciutto crudo Piora aperte ai curiosi
Le cantine del Prosciutto crudo Piora aperte ai curiosi
Le cantine del Prosciutto crudo Piora aperte ai curiosi
Le cantine del Prosciutto crudo Piora aperte ai curiosi
Le cantine del Prosciutto crudo Piora aperte ai curiosi

D’ora in poi gli escursionisti avranno un altro motivo per raggiungere Cadagno: osservare con l’acquolina in bocca il prosciutto crudo Piora in essicazione nelle cantine, attraverso apposite finestre di osservazione piazzate nelle pareti. L’iniziativa, voluta da Rapelli, punta a “valorizzare il patrimonio gastronomico del nostro territorio e arricchire ulteriormente l’offerta turistica per escursionisti e amanti della Mountain Bike in visita nel nostro Cantone”. La cantina, si legge nel comunicato, si trova ad ovest del Lago Cadagno, nel cuore della Regione Ritom-Val Piora, ed è facilmente raggiungibile grazie ai cartelli segnaletici presenti sui sentieri escursionistici che dalla diga costeggiano il Lago Ritom o che scendono dal Lago di Tom.

Il punto di osservazione è aperto al pubblico e di libero accesso da giugno a settembre e permetterà ai curiosi di osservare il processo di affinamento dei prosciutti: “Una fase fondamentale della stagionatura, durante la quale il prosciutto crudo sviluppa la sua morbidezza, il colore roseo, la dolcezza e la raffinata nota di nocciola grazie ai profumi dell'aria pura d’alta montagna e alle condizioni climatiche naturali uniche nel loro genere”, afferma Gianni Moletta, responsabile della stagionatura del prodotto Rapelli. Maggiori informazioni per raggiungere il punto di osservazione e cartina con indicazioni di accesso su ticinella.ch

  • 1