La SUPSI premiata a Berna con l'Optimus Agora Award
Il gruppo di robotica educativa ha ricevuto il premio per il progetto volto a formare allievi, genitori e docenti all'utilizzo del robot Thymio
Redazione
La SUPSI premiata a Berna con l'Optimus Agora Award
La SUPSI premiata a Berna con l'Optimus Agora Award

Il progetto “Introducing People to Research in Robotics through an Extended Peer Community in Southern Switzerland” è stato insignito dell’Optimus Agora Award, premio del Fondo nazionale svizzero per la ricerca scientifica (FNS). Un traguardo importante al quale si aggiunge il finanziamento da parte delle Accademie svizzere delle scienze del progetto ROTECO (Robotic Teachers Community) nell’ambito del programma di promozione MINT Schweiz.

Gli autori del progetto “Introducing People to Research in Robotics through an Extended Peer Community in Southern Switzerland” sono Luca Gambardella (IDSIA, capoprogetto), Francesco Mondada (EPFL), Alessandro Giusti (IDSIA), Jérôme Guzzi (IDSIA), Alberto Piatti (DFA e IDSIA), Lucio Negrini (DFA e IDSIA) e Luca Botturi (DFA).

Il progetto – che coinvolge cinque classi di scuola elementare e cinque classi di scuola media - si pone quale obiettivo fondamentale la formazione degli allievi, dei loro genitori e dei loro docenti all’utilizzo del robot educativo Thymio (www.thymio.org) e propone una più ampia riflessione sulla possibile introduzione della robotica educativa nella scuola dell’obbligo ticinese. L’obiettivo è l’introduzione di un grande gruppo di persone, sia adulti che bambini, nel campo della ricerca in robotica e dei metodi di indagine scientifica, attraverso un contatto diretto e continuo con ricercatori e un coinvolgimento personale attivo.

In data 19 settembre, in occasione dell’Advanced Researchers' Day, il Fondo nazionale svizzero ha consegnato al team di progetto il premio Optimus Agora Award.