La solidarietà del Ticino per la Bosnia
Grande risposta ticinese alla richiesta di aiuti per la grave situazione umanitaria nel paese balcanico
Redazione
La solidarietà del Ticino per la Bosnia

Sacchi e scatoloni ripieni di vestiti e beni di prima necessità vengono caricati da una piccola folla a bordo di un camion. La loro destinazione? I campi profughi nel nord della Bosnia, dove da mesi si lotta contro una gravissima crisi umanitaria. La richiesta d’aiuto è partita dalla comunità bosniaca in Ticino, e in molti hanno dato il loro contributo.

Nel paese balcanico la crisi umanitaria è iniziata nel 2018. La Bosnia, pur non facendone parte, è una via d’accesso per i profughi verso l’Unione Europea. Da qualche tempo però, la via sembra essere divenuta un ostacolo insormontabile, con conseguente peggioramento delle condizioni di vita all’interno dei campi profughi. I residenti di questi campi sono infatti confrontati con un clima gelido, mancanza di strutture adeguate e carenza di cibo e acqua.

Ma malgrado la calorosa risposta solidale da parte della comunità ticinese, questi aiuti potranno fare poco se l’Unione Europea non si deciderà ad intervenire. Un intervento che, secondo la comunità bosniaca locale, potrebbe porre fine alla crisi umanitaria.

Guarda il reportage di Teleticino

Loading the player...
  • 1