La cultura ticinese piange Riccardo Carazzetti
Già direttore dei servizi culturali della città, grazie a lui il Rivellino è stato attribuito a Leonardo. Scherrer: "Ciao Riccardo"
Redazione
La cultura ticinese piange Riccardo Carazzetti
La cultura ticinese piange Riccardo Carazzetti

E' andato via l'anno dei 500 anni della morte di Leonardo. Quel Leonardo a cui, grazie al suo decisivo intervento, è stato attribuito il Rivellino di Locarno. Un destino ironico e in un certo senso romantico per Riccardo Carazzetti, grande uomo di cultura ticinese.

Carazzetti, 66 anni, si è spento sabato dopo una lunga malattia. E' stato conservatore del Museo archeologico di Locarno e direttore dei servizi culturali della città.  Tra i tanti messaggi di cordoglio quello del sindaco di Locarno Alain Scherrer, che su Facebook scrive: "Ciao Riccardo, un forte abbraccio ai familiari".

Arminio Sciolli, direttore del Rivellino, lo ricorda con affetto: "Uno storico eccezionale, nonché una persona sempre disponibile e gentile. Se oggi in Ticino riconosciamo le testimonianze di Leonardo è grazie a lui, che ha avuto l'intuizione geniale di basarsi sugli scritti e le bozze di Rahn. Ci mancherà, come esperto ma soprattutto come amico".