L’Usi continua in presenza
Anche per il prossimo semestre, viene mantenuto l’insegnamento in presenza al 100%. L’Università della Svizzera italiana conferma così le modalità comunicate all’inizio dell’anno accademico
di BV
L’Usi continua in presenza
Immagine Cdt/Gabriele Ptzu

All’USI i corsi continueranno a svolgersi in presenza, con le necessarie integrazioni online. Lo si apprende in una nota odierna dell’Università della svizzera italiana. In linea alle disposizioni vigenti, in aula si dovrà occupare un posto sì e uno no. Per quanto riguarda la mascherina, gli studenti dovranno indossarla sempre negli spazi interni comuni, comprese le aule. I docenti, invece, “potranno toglierla quando parlano solo se riescono a mantenere una cospicua distanza dalla prima fila di banchi. Ogni due ore accademiche, al cambio di blocco, saranno effettuate la pulizia e l’aerazione del locale.”

Integrazioni online
Se dovessero esserci ancora significative limitazioni ai viaggi e relative quarantene, l’USI sosterrà chi non potrà temporaneamente raggiungere i campus mettendo a disposizione la registrazione delle lezioni. Nel caso dei corsi tenuti da docenti esterni che viaggiano in aereo vi è la possibilità che alcune lezioni si tengano online. Si conferma anche la possibilità di organizzare discussioni di tesi online. Per i docenti provenienti da aree a rischio o con problemi di salute sarà ancora possibile tenere i corsi interamente online.

Pronti a reagire
L’USI, si legge infine, resta pronta a passare progressivamente alla modalità online, “qualora le Disposizioni federali e cantonali per contenere la diffusione del nuovo coronavirus lo richiedessero”.

  • 1