Ticino
Ior e Irb si uniscono in Bios+
Immagine © CdT/Gabriele Putzu
Immagine © CdT/Gabriele Putzu
un anno fa
I due centri di ricerca, che resteranno autonomi, rafforzano la loro collaborazione con una nuova associazione, anche in previsione del prossimo trasferimento nella nuova sede di via Chiesa

Inquilini in una nuova casa e sempre più vicini anche sul lavoro: in previsione del loro trasferimento nella sede di Via Chiesa, l’Istituto di ricerca in biomedicina (Irb) e l’Istituto oncologico di ricerca (Ior) di Bellinzona uniscono le forze fondando Bios+, l’associazione “Bellinzona Institutes of Science”. L’obiettivo è coordinare le attività di ricerca e l’organizzazione dei due centri di ricerca, in vista dello sviluppo, nella Svizzera italiana, di un Centro di ricerca nazionale ed internazionale sulle scienze della vita.

Collaborazione fra Ior e Irb
Bios+ è un’associazione senza scopo di lucro presieduta dall’ex consigliere di Stato Gabriele Gendotti e da Franco Cavalli (vicepresidente). La nuova entità, composta da Irb e Ior, è stata presentata questa mattina alla stampa. “Si tratta di un progetto ambizioso che vuole consolidare e ottimizzare la collaborazione fra due istituti di ricerca scientifica che in questi anni hanno saputo ritagliarsi degli spazi importanti nel mondo scientifico nazionale e internazionale”, dichiara Gabriele Gendotti al microfono di Ticinonews.
Concretamente, l’impegno di Bios+ si traduce nell’utilizzo comune di apparecchiature da parte di Ior e Irb, come della realizzazione di progetti comuni per rafforzare ulteriormente l’importanza e la reputazione della ricerca svizzero-italiana. In ogni caso, i due Istituti manterranno “la loro autonomia scientifica e finanziaria”, assicura Gendotti.

© Ticinonews.ch - Riproduzione riservata