Ticino
In netto calo il numero di apprendisti frontalieri
In netto calo il numero di apprendisti frontalieri
In netto calo il numero di apprendisti frontalieri
4 anni fa
Il Governo ha risposto all'interrogazione di Massimiliano Robbiani: "Le misure si sono rivelate efficaci"

Il numero di apprendisti frontalieri è in netto calo. Dal 2013 al 2017 si è infatti registrata una diminuzione di 143 nuovi contratti, ovvero una contrazione dell’80%. Stando a quanto si legge nella risposta del Consiglio di Stato all’interrogazione del deputato leghista Massimiliano Robbiani, al 31.12.2017 gli apprendisti frontalieri maggiorenni erano 331 su un totale di 6'081 (il 5,4%). I contratti con frontalieri dai 20 anni in su al 31.12.207 erano invece 197, pari al 3,2% del totale.

I dati del Gruppo operativo di collocamento a tirocinio (GOCT), spiega il Governo, mostrano l’efficacia delle misure adottate in questi anni a sostegno dell’inserimento di giovani residenti, a partire dall’invito rivolto nel 2013 a prediligere gli apprendisti residenti. Oltre a ciò, la Divisione della formazione professionale è autorizzata a non approvare un contratto di tirocinio se i giovani ritenuti idonei nella professione scelta residenti in Ticino non hanno trovato una soluzione.

I contratti per apprendisti frontalieri vengono tendenzialmente stipulati nelle professioni in cui si fatica maggiormente a trovare apprendisti residenti (ad esempio gessatori, piastrellisti, macellai, elettricisti, installatori di impianti sanitari). Questo genere di nuovi contratti omologati sono stati 166 nel 2013, 66 nel 2014, 38 nel 2015, 48 nel 2016 e nel 2017.

© Ticinonews.ch - Riproduzione riservata