Già fatto il Covid-19? Libera scelta sulle dosi
Chi ha già contratto il coronavirus, in Ticino potrà scegliere se ricevere una dose oppure tutte e due, lo ha deciso il Dss
di fsu
Già fatto il Covid-19? Libera scelta sulle dosi
Foto CdT/ Chiara Zocchetti

Nonostante la raccomandazione dell’Ufficio federale della sanità pubblica, in Ticino chi ha già contratto il Covid-19 potrà scegliere di ricevere comunque due dosi. A renderlo noto è il dipartimento della sanità e della socialità.

Non è chiaro cosa faranno i Paesi esteri

Secondo l’Ufsp “la vaccinazione rimane raccomandata a tutte le persone, ma per chi ha già contratto la malattia è sufficiente una dose di vaccino per ottenere un’attestazione di vaccinazione completa”, si legge nella nota. Ma il Ticino ha deciso di lasciare la scelta ai cittadini “indipendentemente se hanno contratto o meno la COVID-19 e di lasciare la libertà di decidere individualmente in merito a come procedere con la vaccinazione, anche sulla scorta delle attuali incognite in tema di clausole di entrata negli altri Paesi”, si legge. “Non è infatti ancora chiaro se una singola vaccinazione, pur aggiuntiva all’attestazione di aver contratto la malattia, potrà essere riconosciuta anche all’estero e nei certificati vaccinali riconosciuti a livello internazionale”.

Dose singola: cosa fare

Chi, invece, preferisse ricevere una sola dose dovrà dimostrare al momento della vaccinazione di aver già contratto la malattia. Sarà necessario presentare al momento della vaccinazione “un documento che attesti l’avvenuta positività (non è rilevante a quando risale il contagio). Sono ammessi documenti ufficiali di un test di laboratorio, un’attestazione del medico o della farmacia oppure copia dell’intimazione di isolamento da parte del servizio di tracciamento («contact tracing»)”. Chi avesse perso il documento del contact tracing, può richiederlo nuovamente scrivendo a tracciamento-covid(at)ti.ch. Durante la procedura di iscrizione alla vaccinazione, vi è la casella apposita per indicare se si ha contratto la malattia. “Indipendentemente da questa risposta, il sistema fornirà due appuntamenti (prima e seconda dose) e solo nel caso in cui si è data una risposta positiva ricorderà che sarà necessario dimostrare di aver contratto la malattia attraverso un documento. Questa dimostrazione è richiesta se si intende rinunciare alla seconda dose. Al momento della prima dose, queste persone verranno informate nel dettaglio dal personale medico del Centro di vaccinazione e verrà discusso se procedere con la seconda dose. Nel caso in cui la persona dovesse rinunciare alla seconda dose, riceverà in ogni caso un’attestazione di vaccinazione completa”.

Apre il centro di Tesserete

Come già annunciato, l’11 maggio aprirà il quinto centro di cantonale di vaccinazione a Tesserete “nelle strutture della protezione civile già adibite a centro vaccinale nei mesi scorsi. Il centro, in cui verrà somministrato il vaccino di Moderna, serve a supportare in particolare le richieste del Luganese e l’iscrizione è possibile a partire da oggi, lunedì 3 maggio 2021”, conclude la nota.

  • 1