Ticino
"Come unica donna mi sento osservata, ma ci si abitua"
"Come unica donna mi sento osservata, ma ci si abitua"
"Come unica donna mi sento osservata, ma ci si abitua"
3 anni fa
La ticinese Michelle Lombardi è la prima donna a intraprendere la formazione di autista di mezzi pesanti al Centro logistico del Monte Ceneri

L'Esercito svizzero ha dedicato un'ampia pagina a quella che sarà la prima donna autista di veicoli pesanti, formata presso il Centro logistico dell'esercito del Monte Ceneri (CLEs-M). Lei si chiama Michelle Lombardi - 17 anni, residente in Leventina - e ha appena terminato il primo di tre anni di formazione. Sia chiaro, non ha ancora la patente, ma intanto intraprende la formazione che le permetterà di essere al volante dei giganti della strada. 

Michelle ha dovuto svolgere un "anno passerella" dopo la scuola dell'obbligo per raggiungere la fatidica età dei 16 anni che permette di sostenere l'esame teorico di guida (valevole per l'ottenimento della patente di guida B, per veicoli leggeri). In questo modo l'apprendista può cominciare la sua formazione, inizialmente negli ambiti della logistica (spedizioni, sollevatori, trasporti di merci pericolose), nonché della meccanica e dei motori. Nel suo percorso Michelle ha già svolto un mese di pratica presso le officine per gli autoveicoli dell'esercito di Bellinzona.

Fare l'autista di veicoli pesanti è un lavoro tradizionalmente maschile, che nel trasbordo di merci pesanti comporta anche importanti sforzi fisici. Ma Michelle non si lascia spaventare: "So che devo sapermi arrangiare e fortunatamente pratico da sempre dello sport" racconta la 17ennne, citata nella nota del DDPS. Non ha inoltre avuto problemi ad integrarsi nel team della logistica militare: "Sono privilegiata, perché nel settore privato i formatori hanno meno tempo per gli apprendisti, dove peraltro le donne sono sottovalutate" sottolinea Michelle. 

Per ora è l'unica donna a scuola, fra gli apprendisti meccanici o autisti di veicoli pesanti. A spingerla ad intraprendere questa formazione è stata l'attività del padre nella logistica o nei trasporti dell'esercito. "Certo, come donna mi sento particolarmente osservata, ma con il tempo ti ci abitui. Devi darti uno scudo".

Michelle pensa già al suo 18.esimo compleanno, quando sarà invitata a partecipare alla giornata informativa sul servizio militare. Già si immagina di diventare autista di veicoli pesanti anche nella truppa. "Sì, vorrei annunciarmi per il servizio militare volontario". Insomma per Michelle le sfide non mancano, nell'autorimessa, a scuola, come al volante. Per lei, come per gli altri apprendisti uomini.

(Foto: VBS/DDPS)

© Ticinonews.ch - Riproduzione riservata