Maltempo
Castel San Pietro e Massagno solidali alla Mesolcina e alla Vallemaggia
© Ticinonews
© Ticinonews
Redazione
9 giorni fa
Continua l’ondata di solidarietà a favore della Vallemaggia e della Mesolcina, le due regioni della Svizzera italiana più colpite dalle alluvioni registrate, rispettivamente, il 21 e il 29 giugno scorsi. Questa volta è il turno di Castel San Pietro e Massagno, che hanno deciso di sostenere economicamente entrambe le regioni.

Castel San Pietro ha deciso di dare il proprio contributo finanziario per la Vallemaggia e la Mesolcina, le due località della Svizzera italiana fortemente colpite dalle alluvioni registrate nelle scorse settimane. Il Municipio, si legge in una nota, “intende porre un gesto concreto a favore delle popolazioni valligiane della Svizzera italiana”, e lo fa versando un totale di 10mila franchi per “esprimere la propria vicinanza nei confronti delle persone che hanno subito gravi danni causati dai due eventi e si trovano in grande difficoltà”.

A entrambe le regioni 5'000 franchi

Il Municipio, viene spiegato, “ha deciso di devolvere 5'000 franchi a favore della campagna di raccolta fondi Bavona e Lavizzara. Ricostruiamo insieme lanciata dai Comuni di Cevio e Lavizzara, destinata a sostenere la popolazione colpita dall’alluvione in alta Vallemaggia”. Oltre al contributo a favore della Vallemaggia, l’esecutivo “ha deciso di devolvere altri 5'000 franchi sul conto benefico della Regione Moesa a sostegno dei comuni di quella regione colpiti dai disastri del maltempo. In particolare il comune di Lostallo, maggiormente danneggiato dalle svariate frane scese a valle le quali sono state particolarmente avverse nella frazione di Sorte”.

Anche Massagno esprime "concreta solidarietà"

Anche il Municipio di Massagno, in segno di vicinanza e concreta solidarietà verso le regioni colpite dalle frane e dalle alluvioni, ha deciso di donare un contributo di totale 17’000 franchi alle zone coinvolte. Nello specifico, si legge nel comunicato, l’Esecutivo ha approvato un contributo di 7'000 franchi (equivalente a un franco per abitante) alla regione Moesa. Inoltre, anche il gettone di presenza della seduta del Consiglio comunale del 27 giugno, che ammonta a 2'250 franchi, sarà devoluto per la causa. In seguito, il Municipio ha deciso di donare anche 10’000 franchi all'alta Vallemaggia per la campagna fondi “Bavona e Lavizzara ricostruiamo insieme”. Infine, anche l’Associazione dei dipendenti comunali ha preso la decisione di donare un contributo per le due regioni toccate con un importo complessivo di 2'000 franchi, "1'000 a favore della campagna Bavona e Lavizzara ricostruiamo insieme e 1'000 alla Regione Moesa".