Val Mara
Casa anziani a Melano, "Un progetto di socialità e collettività"
Progetto Orsi&Associati
Progetto Orsi&Associati
Redazione
un mese fa
Il Consiglio comunale di Val Mara ha approvato un credito di CHF 650’000 per la progettazione di una nuova casa anziani e autorimessa interrata a Melano, soggetta a votazione popolare il 9 giugno a causa di un referendum promosso da 368 cittadini. Il progetto, che prevede anche spazi verdi e la gestione da parte dell'associazione Melograno, mira a ottimizzare costi operativi e offrire un'offerta sociosanitaria completa per gli anziani del quartiere di Melano.

L’11 dicembre 2023 il Consiglio comunale di Val Mara ha approvato la concessione di un credito di CHF 650’000 per la progettazione di massima della nuova casa anziani e dell’autorimessa interrata a Melano. Progetti, quest’ultimi, che saranno tuttavia oggetto di votazione popolare il prossimo 9 giugno. Contro la decisione del Consiglio comunale è infatti stato promosso un referendum sottoscritto da 368 cittadini (pari al 21% degli iscritti in catalogo), motivo per cui la palla passa ora al popolo.

Casa anziani

L’intenzione del Municipio di Val Mara, e prima ancora di quello di Melano, “è di realizzare una casa anziani di 60 posti letto ed un’autorimessa interrata per le necessità degli abitanti del nucleo del quartiere di Melano e della nuova struttura”, si legge nel comunicato del Comune. La pianificazione cantonale prevede la realizzazione di una struttura per anziani a Val Mara, nel quartiere di Melano. Il Dipartimento Sanità e Socialità (DSS) ha poi avallato la proposta del Municipio di realizzare la costruzione in una zona attualmente occupata da un parcheggio ed un parco giochi. Dopo la definizione dell’ubicazione da parte del DSS, nel corso del 2017 il Municipio di Melano aveva presentato due messaggi: il primo inerente alla variante pianificatoria per la realizzazione di una casa anziani e il secondo concernente la concessione di un diritto di superficie alla Fondazione Tusculum di Arogno, entrambi approvati dal Legislativo.

Il credito e il concorso

Quale conseguenza della variante pianificatoria il Municipio di Melano ha sottoposto al Consiglio comunale la richiesta di un credito di CHF 363'000 per l’organizzazione di un concorso d’architettura per la realizzazione della casa per anziani e di un’autorimessa interrata. Un credito in seguito approvato nel 2021 da 21 presenti al voto. Il concorso di architettura ha poi visto vincitore il progetto ‘Incontro’ dello studio Orsi & Associati “che è stato scelto in particolare per le dimensioni e i costi, minori rispetto agli altri progetti, per la relazione con il tessuto urbano esistente e con lo stabile della Filanda in particolare. Gli ampi spazi esterni come giardino pubblico e nuovo parco giochi permetteranno a tutti gli utenti di fruire di questi generosi spazi verdi”. La progettazione di massima e definitiva permetterà, grazie anche al metodo ‘Design for All’, una compartecipazione da parte della popolazione al processo di progettazione. “Il coinvolgimento di tutti gli attori interessati, ma anche delle società/associazioni attive a Val Mara, permetterà di disporre di contenuti ad uso di tutta la comunità”.

Gestione casa anziani

La gestione della casa anziani verrà affidata all’associazione Melograno che gestisce la casa dei ciechi a Lugano e la Casa anziani Tusculum di Arogno. “Questa messa in rete permetterà di ottimizzare i costi operativi a vantaggio anche degli anziani residenti”. Grazie alla messa in rete di tre Case Anziani (Tusculum, Casa dei ciechi e nuova struttura di Val Mara) gestite dall’Associazione Melograno, verrebbero gestiti 180-200 posti letto “che consentirebbero di ottenere un’ottimizzazione delle risorse attraverso adeguate economie di scala con evidenti risparmi di gestione”. Altro concetto a cuore dell’Associazione Melograno e del Municipio è quello di complementarità, ossia, attraverso le tre strutture “si potrà sviluppare un’offerta sociosanitaria completa e integrata in linea con i bisogni esistenti e futuri degli anziani”. La centralità del progetto, situato nel cuore del quartiere di Melano, permetterà di continuare a far sentire gli anziani “dei cittadini a pieno titolo mantenendo le relazioni sociali ed un senso di appartenenza alla collettività”. Sarà inoltre facilitata l’accessibilità a famigliari e cittadini alla vita della casa.

L’edificio

La costruzione sarà distribuita su tre piani e avrà un’altezza massima di 9.50 metri, inferiore a quella della vicina Filanda. Al piano terreno sono previsti spazi aperti con ampie vetrate come la sala pranzo, un centro diurno con giardino privato e spazi amministrativi per i dipendenti. È inoltre prevista la creazione di una corte interna all’edificio che, oltre ad apportare luce a tutto lo stabile, fungerà da spazio esterno ad uso dei residenti, dei visitatori e del personale. Al primo ed al secondo piano sono previste 60 camere singole (con possibilità di trasformarle in doppie) e ci saranno spazi di incontro e di lavoro.

Autorimessa interrata

Per quanto riguarda la costruzione di un’autorimessa interrata, il fabbisogno previsto dal Piano regolatore prevede la realizzazione di un’autorimessa della capacità di 130 posti auto. Il numero esatto dei posteggi da realizzare verrà stabilito con il proseguimento della progettazione di massima. “Non va inoltre dimenticato l’indotto economico dato dalla presenza di una casa anziani, gli artigiani e i commerci potranno trarre beneficio da questa struttura che porterà posti di lavoro e potrà mettere a disposizione dei giovani vari posti di apprendistato”.

Progetto di interesse generale

- La progettazione inizia adesso, con il fermo intento di coinvolgere tutte le cerchie interessate che avranno il compito di contribuire all’approfondimento dei vari aspetti del progetto: i suoi contenuti, gli spazi esterni, la viabilità e la gestione del cantiere

- L’area verde esterna avrà una superficie analoga a quella odierna e sarà fruibile per tutti, con la possibilità di usufruire anche di spazi interni alla Casa per anziani aperti al pubblico.

- I 50 parcheggi attuali spariranno, oltre al vantaggio di essere coperti e al riparo da intemperie, il numero di posti auto futuri sarà sufficiente per gli abitanti del nucleo, il personale e i visitatori della Casa per anziani.

- La struttura e il nucleo continueranno ad essere serviti dall’autobus, con una fermata a poca distanza e, finalmente, anche più accessibili per le persone con disabilità, alle persone con mobilità ridotta e alle famiglie con passeggini.

- L’investimento, già previsto nel piano finanziario, grazie all’importante contributo cantonale, sarà del tutto sopportabile e permetterà anche di ridurre la spesa per anziani residenti in strutture fuori dal Comune. Il costo finanziario netto annuale per il Comune sarà di circa CHF 250'000, che rappresenta il 2% dei costi di esercizio.

- Durante la fase della costruzione i parcheggi e il parco giochi verranno dislocati provvisoriamente nelle immediate vicinanze del nucleo.

- La Casa per Anziani sarà innanzitutto un comodo servizio per la popolazione anziana e i loro famigliari appena fuori dalla porta di casa