A Berna e a Bellinzona in piazza contro il Covid pass
I manifestanti sono scesi in piazza per opporsi alla nuova ordinanza del Consiglio federale. “Non vogliamo discriminazioni, non vogliamo imposizioni”
di MMINO
A Berna e a Bellinzona in piazza contro il Covid pass

Non solo Berna. Con lo slogan “Viva la libertà” e “No alla dittatura” i manifestanti sono scesi in piazza anche a Bellinzona contro la nuova misura annunciata ieri pomeriggio dal Consiglio federale. Gli slogan urlati e applauditi dai partecipanti hanno condotto il corteo dall’ufficio postale a piazza Governo dove diverse centinaia di persone si sono riunite. La manifestazione era stata annunciata via social con l’invito a partecipare: “Non vogliamo discriminazioni, non vogliamo imposizioni subdole per costringere le persone a vaccinarsi”. Tra i presenti anche il gruppo “Amici della costituzione”. Sui cartelli si legge: “No dittatura! La salute prima del profitto”.

A Berna e a Bellinzona in piazza contro il Covid pass

“Pace, libertà”
A Berna le proteste contro l’estensione del certificato Covid continuano anche oggi. La manifestazione ha riunito questa sera un migliaio di persone, ha constatato un corrispondente di Keystone-ATS. Guidati dai suonatori di campanacci, i manifestanti hanno marciato intorno alle 20.00 nel centro di Berna. La polizia era sul posto, ma ha permesso alla marcia non autorizzata di procedere. “Pace, libertà, il popolo è sovrano”, hanno intonato i manifestanti. A causa della manifestazione, alcuni mezzi pubblici sono rimasti temporaneamente bloccati. Ieri sera, un’altra manifestazione spontanea nella capitale federale aveva riunito alcune migliaia di persone, secondo le cifre fornite dalle autorità.

  • 1