55mila euro per “comprare una barca”, fermato in dogana
Un cittadino svizzero è stato fermato al valico di Como-Brogeda dai finanzieri, che hanno sequestrato la metà dei soldi non dichiarati
di ls
55mila euro per “comprare una barca”, fermato in dogana
55mila euro per “comprare una barca”, fermato in dogana

Ha dichiarato di non possedere denaro contante con sé, ma non è bastato a evitare i controlli da parte della Guardia di Finanza del Gruppo di Ponte Chiasso nei confronti di un cittadino svizzero di origini bosniache che cercava di entrare in Italia con 55mila euro dal valico autostradale di Como-Brogeda.

L’uomo, dipendente di una ditta privata e residente da tempo in Svizzera, aveva nascosto i soldi all’interno del bagaglio, in mezzo ai vestiti. Grazie all’eccessivo nervosismo dimostrato dall’uomo, i finanzieri sono riusciti a scoprire l’ingente somma di denaro, che supera l’importo previsto dalle normative in materia di circolazione transfrontaliera di valuta, dopo aver formulato la domanda di rito e iniziato il controllo. Colto sul fatto, l’uomo ha affermato di aver con sé tale valuta per l’acquisto di una barca in Grecia e di aver omessso di presentare la prevista dichiarazione valutaria.

I funzionari doganali hanno quindi proceduto al sequestro di oltre 22’500 euro (pari al 50% dell’importo complessivo eccedente la franchigia di 1000 euro).

  • 1