26 suicidi da inizio anno
Il fenomeno sta conoscendo in Ticino un picco ciclico. Sul tema TeleTicino ha sentito il capo della polizia scientifica Emilio Scossa Baggi
Redazione

Tre suicidi negli ultimi 4 giorni che si sommano ad altri 14 tra maggio e giugno. 17 casi su un totale di 26 da inizio 2015, 4 i suicidi tentati. Lo scorso anno la polizia scientifica in Ticino ha registrato 49 casi, un dato che segnava un discreto calo rispetto al 2013 che in 12 mesi ne aveva contati 60. Sterili numeri che celano storie di un forte disagio. Quel mal di vivere che ti porta a compiere un gesto estremo. Ognuno ha la sua storia, le sue motivazioni.

E’ un fenomeno difficile da capire e da prevedere. Ma le statistiche aiutano quanto meno a descriverlo. Una rinuncia alla vita che tocca principalmente la popolazione più matura. Gli uomini, soprattutto.

Parlando di persone che scelgono di togliersi la vita, vi è un altro fenomeno in forte crescita. Quello dei suicidi assistiti. Sono 16 le persone che da inizio anno in Ticino hanno firmato le carte per la dolce morte. Una in meno rispetto alle 17 registrate nel corso di tutto 2014.

Guarda il servizio di TeleTicino con l’intervista al capo della polizia scientifica Emilio Scossa Baggi che commenta le cifre.