Unia: due nuovi volti, comitato direttore a maggioranza femminile
Bruna Campanello e Yves Defferrard sostituiscono Corrado Pardini e Aldo Ferrari, per un totale di 4 donne e 3 uomini in comitato
di Keystone-ATS/MJ
Unia: due nuovi volti, comitato direttore a maggioranza femminile

Il sindacato Unia ha un nuovo Comitato direttore e per la prima volta è in maggioranza femminile. Vania Alleva è stata confermata alla carica di presidente, indica un comunicato odierno.

I due nuovi membri del comitato sono Bruna Campanello e Yves Defferrard. Sostituiscono Corrado Pardini, che si è dimesso lo scorso anno, e Aldo Ferrari, fino ad oggi vicepresidente. Il comitato è ora composto di quattro donne e tre uomini.

Per Vania Alleva l’elezione odierna è segno di un cambiamento storico. “Nel 1997, quando iniziai il mio primo lavoro sindacale nell’allora Sindacato Edilizia e Industria (SEI), c’erano solo uomini nelle assemblee e a maggior ragione nelle posizioni direttive”, ha ricordato.

La femminilizzazione del mondo del lavoro trova espressione anche in questo cambiamento del movimento sindacale, che rafforza i valori fondamentali di Unia: solidarietà, uguaglianza e giustizia sociale. Vania Alleva è persuasa che in questo modo si possa migliorare anche la capacità dell’organizzazione a trovare risposte convincenti alla digitalizzazione, alla precarizzazione, alla terziarizzazione e alla globalizzazione del mondo del lavoro. “Questa capacità di cambiamento rende i sindacati attrattivi per gli associati attivi e anche politicamente più incisivi”.

Per Unia gli obiettivi principali dei prossimi anni sono il rafforzamento della sicurezza sociale, salari dignitosi e condizioni di lavoro regolamentate grazie a un aumento e a un miglioramento dei contratti collettivi di lavoro, la realizzazione della parità salariale e il rafforzamento sindacale nelle cure di lunga durata e in altre professioni essenziali del terziario.

  • 1