Un video di minacce di morte a Berset
L’uomo, un ristoratore, rievoca la strage del Parlamento di Zugo e invita il Consigliere federale ad evitare la Svizzera centrale: “Non sai mai chi potrebbe avere una bomba o un fucile sul tram”
di MJ
Un video di minacce di morte a Berset

Aumenta la tensione del paese dopo l’approvazione dell’estensione del certificato Covid. Dopo le manifestazioni di ieri a Berna e in altre città, Bellinzona inclusa, ora circola sul web il video messaggio di un ristoratore che minaccia di morte il consigliere federale Alain Berset, ritenuto responsabile del cambiamento della politica sanitaria del paese. L’uomo accusa il consigliere federale di essere “una p*****a al servizio delle case farmaceutiche” e che il governo in generale è composto di “traditori del popolo che meritano la corte marziale”. Inoltre, invita il ministro dell’interno ad evitare la Svizzera centrale e a non uscire di casa in quanto è “molto, molto pericoloso”, “non si puo’ mai sapere se qualcuno potrebbe avere una bomba con sè sul tram, o possa puntarle un fucile addosso”. L’uomo infine fa riferimento alla strage di Zugo del 27 settembre 2001 citando Fritz Leibacher, l’autore del gesto in cui uccise 14 politici.

Un video di minacce di morte a Berset

Fedpol: “Video segnalato, stiamo indagando”
Intervistato da 20 Minuten, il portavoce della polizia federale Florian Näf ha dichiarato di essere a conoscenza del video ma ha mantenuto il riserbo sulle indagini e sulle possibili conseguenze per le autore, salvo che “si sta valutando se l’atto è penalmente rilevante e quali sono le possibili misure da prendere”. Ad ogni modo “non forniamo informazioni sui singoli casi”. Non è la prima volta che la sicurezza del consigliere federale ha destato preoccupazioni, di recente infatti le forze speciali “Scorpion” di Zurigo avevano scortato Berset durante la sua apparizione alla trasmissione della Srf Arena.

  • 1