Calcio
Ultras dello Zurigo marciano in Città per protestare contro la chiusura della curva
©Chiara Zocchetti
©Chiara Zocchetti
Keystone-ats
un mese fa
La curva è stata chiusa come punizione a seguito dei disordini scoppiati il 6 aprile a Ginevra al termine della partita tra Zurigo e Servette.

Oltre 1000 tifosi dell'FC Zurigo si sono radunati oggi nel primo pomeriggio nel centro di Zurigo per marciare in segno di protesta verso lo stadio Letzigrund, dove la curva sud è stata nuovamente chiusa come punizione per l'atteggiamento violento dei supporter. Nella città sulla Limmat è oggi in programma un match tra l'FCZ e il San Gallo. Il corteo ha causato ritardi al traffico dei mezzi pubblici. Come annunciato in internet e sui social, i tifosi dell'FC Zurigo si sono radunati intorno alle 12.00 sulla Bahnhofplatz, di fronte alla stazione ferroviaria principale di Zurigo. La polizia era presente con un grosso contingente all'interno e attorno all'atrio della stazione. I tram e gli autobus non hanno potuto circolare alla stazione.

La causa? I disordini di Ginevra

A scatenare la protesta è stata la decisione di chiudere oggi il settore destinato ai tifosi di casa: la misura è stata adottata in seguito ai gravi disordini scoppiati a Ginevra lo scorso 6 aprile, al termine della partita tra l'FCZ e il Servette, conclusasi sullo 0:1. Al club era già stato vietato di aprire i settori per i tifosi a fine gennaio, dopo i disordini scoppiati alla stazione di Altstetten, a un chilometro e mezzo dallo stadio, al termine della partita tra FC Zurigo e FC Basilea.

"Se non ci volete allo stadio andremo in città"

I tifosi dell'FC Zurigo hanno criticato la nuova chiusura del settore sul loro sito web: se le autorità non vogliono i tifosi nel loro stadio - hanno scritto - allora questi ultimi andranno semplicemente in centro città.