Teheran: morta una diplomatica svizzera
La donna, probabilmente la numero due dell’ambasciata, è precipitata dal suo appartamento al 18esimo piano di un palazzo residenziale. Le autorità iraniane non escludono alcuna pista, inclusi il suicidio o l’omicidio
di Keystone-ATS/MJ
Teheran: morta una diplomatica svizzera
Foto admin.ch

Una diplomatica svizzera in servizio presso l’ambasciata in Iran è morta stamane cadendo da una finestra o un balcone del suo appartamento al 18esimo piano, in una zona residenziale nel nord di Teheran. Secondo le agenzie parastatali Isna e Ilna, si tratta di una donna di circa 50 anni.

Sarebbe la “numero due” dell’ambasciata
Secondo le agenzia iraniane, la vittima sarebbe la “numero due” presso l’ambasciata svizzera in Iran. Il Dipartimento federale degli affari esteri (DFAE) ha confermato a Keystone-ATS la morte di una collaboratrice dell’ambasciata svizzera a Teheran, ma per motivi legati alla protezione della sfera privata non fornisce ulteriori informazioni

DFAE: “Siamo sconvolti”
“Il DFAE e il suo capo, il consigliere federale Ignazio Cassis, sono sconvolti dalla tragica morte e porgono le loro più sentite condoglianze alla famiglia”, scrive il portavoce del DFAE in una nota. Il Dipartimento è in contatto con la famiglia della dipendente. E l’ambasciata svizzera è in contatto con le autorità locali, si legge ancora nella nota.

“Non escludiamo alcuna pista”
Secondo Mojtaba Khaledi, portavoce del Dipartimento per le emergenze citato dalle agenzie iraniane, non si esclude alcuna ipotesi, compreso l’omicidio, il suicidio o l’incidente.

La Svizzera rappresenta gli interessi diplomatici statunitensi in Iran. Gli Stati Uniti e l’Iran hanno interrotto le relazioni poco dopo la rivoluzione islamica del 1979.

  • 1