Svizzera
Quasi 500 sigarette elettroniche nel bagagliaio, arrestato un giovane
© Ufficio federale della dogana e della sicurezza dei confini UDSC
© Ufficio federale della dogana e della sicurezza dei confini UDSC
Keystone-ats
9 giorni fa
Il 20enne francese ha dovuto pagare una multa di diverse centinaia di franchi per importazione di merci commerciali nel tratto turistico.

Un 20enne francese, che usciva dalla Svizzera al volante della sua auto, è stato fermato alla dogana di St-Gingolph (VS) con 50 stecche di sigarette elettroniche usa e getta nel bagagliaio del veicolo. Il conducente ha spiegato di aver venduto 160 e-sigarette in un fast-food del Canton Vallese. Prima di poter recuperare le 466 sigarette contenenti il 2% di nicotina, il giovane ha dovuto pagare una multa di diverse centinaia di franchi per importazione di merci commerciali nel traffico turistico. Ha dovuto anche pagare l'IVA, ha indicato in una nota odierna l'Ufficio federale della dogana e della sicurezza dei confini (UDSC). Attualmente in Svizzera le sigarette elettroniche non sono soggette all'imposta sul tabacco. Lo saranno a partire da questo autunno con l'entrata in vigore della modifica della legge federale sull'imposizione del tabacco, ha precisato ancora l'UDSC.