Svizzera
Nasce un nuovo schieramento politico: il Partito comunista rivoluzionario
© der funke
© der funke
Keystone-ats
14 giorni fa
Il nuovo partito è stato lanciato quest'oggi a Bienne, dove si sono riuniti circa 200 simpatizzanti. L'

Circa 200 persone si sono riunite oggi a Bienne (BE) per lanciare un nuovo schieramento politico, il Partito comunista rivoluzionario. L'obiettivo è di salire a 500 membri entro il 10 maggio, in vista del Congresso fondatore che si terrà in quel fine settimana.

Si vuole lanciare un giornale

Serve la più grande campagna di reclutamento comunista da oltre 100 anni, scrive in una nota la corrente marxista "Der Funke/L'étincelle" (La scintilla). I simpatizzanti lanceranno anche un nuovo giornale, del quale sperano di vendere 5000 copie nei prossimi tre mesi. L'intenzione è inoltre quella di raccogliere donazioni per 70'000 franchi in questo lasso di tempo.

Uscire dal capitalismo

Stando al movimento, "il capitalismo si trova in una impasse storica insormontabile. Non può essere salvato". Esso dice di battersi "per niente di meno che la rivoluzione comunista mondiale della classe operaia. Questo è il primo passo verso la vera liberazione dell'umanità e di tutto il potenziale umano". A suo dire, il 35% degli svizzeri è favorevole all'abolizione del capitalismo. "Migliaia di militanti vogliono diventare attivi. Ma non esiste un partito rivoluzionario che permetta loro di uscire dall'isolamento e dalla passività".

La storia del partito comunista svizzero

Il Partito comunista svizzero, creato nel 1921, è esistito fino alla sua proibizione durante la Seconda guerra mondiale. Nel 1944 è poi stato fondato il Partito svizzero del lavoro, chiamato in alcuni cantoni Partito operaio e popolare, forza che ha ottenuto lo 0,7% alle ultime elezioni del Consiglio nazionale. In quell'occasione, il suo ultimo rappresentante alla Camera del popolo, il neocastellano Denis de la Reussille, non è stato rieletto. Il Partito Comunista, benché istituzionalmente attivo solo in Ticino e nei Grigioni, dove è presente in Gran Consiglio, in Municipi e Consigli comunali, è poi presente sul territorio anche a livello nazionale con sezioni in altri cantoni, come Ginevra e Friborgo.