Locali notturni, 700 quarantene a Nidvaldo e Uri
Quarantene di massa nella Svizzera centrale a causa di alcuni positivi che hanno frequentato quattro locali notturni
di fsu
Locali notturni, 700 quarantene a Nidvaldo e Uri
Shutterstock

Un giovane ha frequentato i locali notturni del Canton Nidvaldo sia venerdì che sabato scorso, poi è risultato positivo. La conseguenza è che il medico cantonale ha posto in quarantena circa 400 persone. Il giovane ha sviluppato i primi sintomi di Covid-19 dopo aver frequentato l’Happy Day di Wolfenschiessen venerdì 9 ottobre e il Senkel di Stans il giorno seguente.

Nonostante entrambi i ristoranti abbiano un piano di protezione, spiegano le autorità cantonali nidvaldesi, non prevedono la separazione in settori o l’obbligo di mascherina, non è quindi stato possibile tracciare precisamente i contatti dell’avventore, per questo la quarantena è stata decisa per tutti gli ospiti e i dipendenti, avvisati via Sms.

Tuttavia, la lista delle presenze era in alcuni casi compilata in modo non leggibile, per questo chi avesse frequentato uno dei due locali e non ha ricevuto il messaggio è pregato di contattare lo 041/6184334, oppure rivolgersi alle autorità mediche del proprio cantone di residenza.

Ad Altdorf in 300

La stessa situazione si è presentata nel Canton Uri. Due persone, sabato e domenica, hanno frequentato due locali di Altdorf, per poi risultare positive il 13 ottobre. Il team cantonale di tracciamento ha dovuto mettere in quarantena 300 persone. Anche in questo caso non tutti i dati erano leggibili, per questo chi fosse stato nei due locali è invitato a chiamare le autorità. Non è però dato sapere quali siano i locali, in quanto, da noi contattati, i servizi urani comunicano di non poter diffondere i nomi dei due esercizi.

  • 1