La Svizzera in soccorso all’Indonesia
Berna ha inviato nel paese asiatico, travolto dalla pandemia, 600 concentratori di ossigeno. Si tratta della sesta spedizione internazionale di questo tipo in poche settimane
di Redazione
La Svizzera in soccorso all’Indonesia
Foto Shutterstock

La Svizzera spedisce 600 concentratori di ossigeno in Indonesia, colpita gravemente dalla pandemia. Lo riferisce con una nota stampa il Dipartimento federale degli affari esteri (Dfae). Il valore del materiale donato al paese asiatico si eleva a 1 milione di franchi. “Si tratta della sesta fornitura di materiale medico-sanitario organizzata dalla Svizzera a favore di un Paese straniero da maggio 2021, per un importo totale di oltre 15 milioni di franchi”, si legge nel comunicato.

Sesto aiuto internazionale in poche settimane
Un appello d’aiuto internazionale era stato lanciato dalle autorità indonesiane. Oltre ai concentratori, Berna ha inviato a Giacarta anche tute di protezione e mascherine. “La rappresentanza svizzera in Indonesia – fa sapere il Dfae – è in stretto contatto con le autorità del Paese per garantire che gli aiuti umanitari siano distribuiti in modo equo e secondo i bisogni, conformemente ai principi umanitari”. In poche settimane, la Confederazione ha inviato materiale sanitario, quale concentratori di ossigeno e respiratori, in Tunisia, Mongolia, Sri Lanka, Nepal e India. “La Svizzera – conclude la nota – segue da vicino l’evolversi della situazione sanitaria mondiale legata alla pandemia di Covid-19 ed è pronta a fornire il suo sostegno per quanto possibile e in funzione delle richieste”.

  • 1