I vice di Lauber fuori dai giochi?
I sostituti procuratori generali della Confederazione non sarebbero considerati tra i papabili successori al posto lasciato da Michael Lauber
Redazione
I vice di Lauber fuori dai giochi?
Foto CdT/Fiorenzo Maffi

I due sostituti procuratori generali Ruedi Montanari e Jacques Rayroud prenderanno le redini del Procura federale il 1° settembre dopo la partenza di Michael Lauber. Secondo diversi osservatori, i due non sono considerati potenziali successori di Lauber. Entrambi sono collaboratori di lunga data del Ministero pubblico della Confederazione (MPC). Sono stati confermati dal Parlamento nell’estate del 2019, ancora prima della riconferma di Lauber.

Il 54enne Montanari è sostituto procuratore federale dall’aprile 2008. Ha assunto l’incarico quando a capo dell’MPC c’era Erwin Beyeler, il predecessore di Lauber, non riconfermato nel settembre 2011. Montanari è cresciuto nel cantone di Soletta e ha concluso i suoi studi all’Università di Berna. Ha anche completato un corso post-laurea sulla criminalità dei colletti bianchi. Ha iniziato la sua carriera professionale nel 1993 come giudice istruttore nel suo cantone e nel 2001 è entrato a far parte del Ministero pubblico della Confederazione, dove ha lavorato in tutti i settori.

Il 55enne Rayroud è stato eletto nel 2015, in occasione della riconferma di Lauber. Fino ad allora era stato procuratore capo e responsabile della filiale di Losanna. È entrato a far parte del Ministero pubblico della Confederazione nel luglio 2003, dopo aver trascorso nove anni come giudice istruttore nel cantone Friburgo. Rayroud ha assunto le indagini sulla FIFA dopo che nel giugno del 2019 il Tribunale penale federale ha ritenuto che il comportamento di Lauber contrario alle regole di procedura.

  • 1