Esercito: perse 70 armi nel 2020
Di queste, 54 sono state rubate e una distrutta. Si tratta un miglioramento rispetto al 2019, quando ne erano state smarrite 102.
di Keystone-ATS/MJ
Esercito: perse 70 armi nel 2020
Foto CdT/Tatiana Scolari

Settanta armi da fuoco dell’Esercito svizzero sono andate smarrite nel 2020. Fra queste, risultano 57 fucili d’assalto. Si tratta di un miglioramento rispetto al 2019, quando erano state perse 102 armi.

Un portavoce delle Forze armate ha confermato oggi a Keystone-ATS informazioni sul tema pubblicate ieri dal Blick online. Secondo gli accertamenti, 54 armi sono state rubate e una è andata distrutta in un incendio. I rimanenti 15 oggetti sono semplicemente scomparsi, ad esempio durante un trasloco. Dal 2009, sono 938 le armi registrate come smarrite.

Nel corso degli anni sono però anche ricomparse 22 armi date per perse: 18 fucili e 4 pistole. La maggioranza è stata trovata durante interventi della polizia, mentre altre sono state portate spontaneamente all’Esercito da privati.

  • 1