Svizzera
Dosenbach-Ochsner rileva delle filiali di SportX, Unia chiede delle garanzie per il personale
© SportX
© SportX
Keystone-ats
9 giorni fa
Il sindacato esige da Migros - che non si è ancora espressa in materia - di garantire ai dipendenti lo stesso stipendio e le stesse condizioni lavorative, compensando eventualmente delle perdite. Unia esorta il gigante arancione anche a non effettuare licenziamenti nelle restanti filiali e presso Migros Fachmarkt AG.

È di oggi, martedì, la notizia che il gruppo Dosenbach-Ochsner ha rilevato 27 delle filiali di SportX, il negozio specializzato in articoli sportivi di Migros. Tutti i dipendenti di questi negozi saranno integrati nell'azienda, compresi gli apprendisti che potranno così terminare la propria formazione. A tal proposito, non è mancata la pronta reazione di Unia, secondo cui nonostante il gigante arancione goda di una situazione finanziaria ottima, continua con lo smantellamento di posti di lavoro. Il sindacato scandisce forte e chiaro, come si legge nel comunicato, "Migros, fai di più per il tuo personale. No ai licenziamenti!". Il sindacato sottolinea che nel processo di acquisizione non sono state chiarite le nuove condizioni salariali e lavorative del personale che sarà integrato dall'azienda. Stando a Unia, Migros ritiene, per esempio, "ragionevole una riduzione salariale del 10%", un calo che su uno stipendio già basso pesa in modo non indifferente. D'altra parte, "chi rifiuta l’impiego proposto con i suddetti peggioramenti, perde ogni diritto alle prestazioni del piano sociale". Per questa ragione il sindacato esorta il gigante arancione "a garantire al personale interessato almeno gli stessi salari e le stesse condizioni di lavoro e a compensare le eventuali perdite".

Rinunciare ai licenziamenti

Oltre a ciò, non è stato nemmeno chiarito cosa ne sarà del personale impiegato nelle restanti 22 filiali di SportX, aggiunge Unia che nota come "questa situazione diffonde incertezza tra il personale". Infatti Migros ha già annunciato che saranno tagliati altri posti di lavoro presso Migros Fachmarkt AG. Secondo il sindacato, la catena di supermercati si rifiuta di aprire "un dialogo basato sul partenariato sociale con Unia e in tal modo nega al personale diritti sindacali fondamentali". Di conseguenza, il sindacato chiede a Migros di: 

- rinunciare ai licenziamenti o all’occorrenza proporre un posto di lavoro adeguato all’interno del gruppo;

- garantire una vera partecipazione del personale;

- accettare che le collaboratrici e i collaboratori si organizzino con i sindacati di loro scelta in virtù della libertà sindacale.