Sport
Sul Rotsee va in scena la terza regata di Coppa del mondo
un mese fa
Al via 625 vogatori in rappresentanza di 39 nazioni. La Svizzera, a seguito del perdurare della pandemia di Covid, si presenta a questo appuntamento con una formazione rimaneggiata

Lasciati alle spalle i Campionati nazionali che hanno regalato grosse soddisfazioni ai colori ticinesi, il bacino lucernese del Rotsee si appresta a vivere il prossimo fine settimana la terza e ultima regata di Coppa del mondo che rappresenta un importante banco di prova in vista degli Europei open e pesi leggeri in programma a Monaco dall’11 al 14 agosto. 625 gli atleti in gara in rappresentanza di 39 nazioni.

Defezioni causa Covid
La Svizzera, a seguito del perdurare della pandemia di Covid, si presenta a questo appuntamento con una formazione rimaneggiata. “Dall’ultima regata di CdM, andata in scena tre settimane or sono a Poznan, abbiamo dovuto registrare diverse defezioni all’interno delle abituali formazioni”, ci ha confidato il direttore di Swiss Rowing, Christian Stofer. “Anche se, fortunatamente la malattia è ora di lieve entità rispetto a due anni or sono, non ce la sentiamo di mandare allo sbaraglio i nostri atleti col rischio di peggiorare la situazione. È quindi probabile che da qui a venerdì possano esserci dei cambiamenti all’interno degli equipaggi”. Già oggi possiamo dire che Frédérique Rol e Patricia Merz non saranno al via nel doppio “leggero” così come il 4 di coppia femminile, medaglia d’argento a Poznan. L’unica “superstite” del quartetto, Salone Ulrich, sarà di scena nel singolo open, unitamente a Jeannine Gmelin. Nel 4 di coppia maschile, Jan Schäuble sostituirà Kai Schätzle, pure colpito da Covid, armo completato da Dominique Condrau, Nils Schneider e Patrick Brunner. Nel singolo leggero, ancora in dubbio la presenza di Olivia Nacht. Si attende il responso del medico.

Jeannine Gmelin in splendida forma
La zurighese, reduce dalla medaglia d’argento di Poznan in CdM e dal nono titolo di campionessa nazionale (il primo risale al 2012) si presenta a questo appuntamento in splendide condizioni di forma. Tra le avversarie più pericolose citeremo la neozelandese Emma Twigg, campionessa olimpica a Tokyo, e la giovane tedesca Alexandra Föster, campionessa mondiale U23 che a Poznan, in semifinale, aveva sbaragliato tutta la concorrenza. “Da Poznan sono riuscita a compiere ulteriori progressi e non vedo l’ora di cimentarmi sulle acque di casa”. È quanto ci ha dichiarato la 32nne atleta del RC Uster.

Pesi leggeri maschili
Dopo la vittoria in CdM a Belgrado (Raphaël Ahumada/Jan Schäuble) e il “bronzo” di Poznan (Andri Struzina/Jan Schäuble), l’allenatore Jan Wright ha optato per la soluzione Ahumada/Struzina che, dopo gli ultimi test, sembra dare maggiori garanzie.

Due senza in cerca di una nuova finale
Jonah Plock e Maurin Lange, dopo le positive prestazioni nelle due precedenti prove di CdM (10°, rispettivamente 5° posto), a Lucerna sono alla ricerca di una nuova finale A. 25 gli equipaggi al via.

E gli altri svizzeri
Scott Bärlocher, argento ai campionati svizzeri alle spalle di Jan Schäuble, difenderà i colori rossocrociati nel singolo open. Eline Rol sarà al via nel singolo “leggero”. La ginevrina è reduce da un brutto incidente in allenamento con la bici da corsa. Per il doppio femminile open di Fabienne Schweizer e Nina Wettstein, alla loro prima stagione assieme, Lucerna rappresenta un ottimo banco di prova in vista dei prossimi cimenti internazionali.

© Ticinonews.ch - Riproduzione riservata