Sport
Seconda giornata della Coppa del mondo di Lucerna
Jeannine Gmelin in piena azione nella semifinaleodierna
Jeannine Gmelin in piena azione nella semifinaleodierna
un mese fa
Finale A per Jeannine Gmelin e per il doppio “leggero” maschile

Seconda giornata di Coppa del mondo dedicata alle semifinali. Come in quella d’apertura, si è gareggiato in condizioni ideali con una leggera brezza il che ha contribuito al raggiungimento di valori cronometrici di tutto rispetto.

Sette gli equipaggi in gara, solo due hanno raggiunto la finale A in programma domani a partire dalle 10,05. Jeannine Schmelin non ha lasciato scampo alle avversarie, vincendo la propria serie con un crono di 7’28”63, seguita dalla rappresentante dell’Azerbaigian (ex-Ucraina), Diana Dymchenko, staccata di 1”24 e dalla francese Emma Lumatti di poco meno di 2”. Nella stessa semifinale della Gmelin era impegnata anche Salomé Ulrich. La lucernese ha chiuso al 6° rango in 7’51”80 e dovrà quindi accontentarsi della finale B (dal 7° al 13° rango).

Nell’altra semifinale la più veloce è risultata la cinese Ling Zhang che si è imposto in 7’33”96. Secondo posto per la tedesca Alexandra Föster, campionessa mondiale U23.

Per la finale il pronostico parla chiaramente a favore della zurighese. Va pur detto che a Lucerna, causa Covid, non dono presenti la neozelandese Emma Twigg e l’austriaca Magdalena Lobnig, medaglia d’oro, rispettivamente di bronzo, ai Giochi olimpici di Tokyo. Assenti di rilievo anche in campo maschile e tra questi il tedesco Oliver Zeidler ed il norvegese Kjetil Boch, medaglia d’argento a Tokyo. Oggi il più veloce è risultato il britannico rame Thomas (6’48”73). Parte con i favori del pronostico nella gara conclusiva.

Sempre nel contesto rossocrociato, in finale A troviamo pure il doppio “leggero” maschile di Raphaël Ahumada e Andri Struzina. La mista Morges/Zugo ha disputato una prova eccellente, sempre in lotta per le prime posizioni utili per il passaggio alla finale che conta. Ha terminato la prova al terzo posto, in scia ai quotati azzurri Pietro Ruta e Gabriel Soares. Al primo posto troviamo i norvegesi Lars Benske e Ask Jarl Tjoen, grandi favoriti per la vittoria finale. Sempre nella categoria pesi leggeri, ma in campo femminile, obiettivo mancato per le singoliste Olivia Nacht (quarta) e Eline Rol (sesta), entrambe inserite nella medesima semifinale. Idem per il due senza di Maurin

Lange e Jonah Plock (6° in 6’42”54 e per il 4 di coppia di Dominique Condrau, Nils Schneider, Patrick Brunner e Jan Scäuble (ha sostituito all’ultimo momento il titolare Kai Schätzle) che ha terminato al sesto rango in 5’47”88.

© Ticinonews.ch - Riproduzione riservata