Il Lugano ritrova la vittoria
Gli uomini di Pelletier si impongono 3-1 nella sfida casalinga con il Davos
di Thomas Schürch
Il Lugano ritrova la vittoria
© CdT/Gabriele Putzu

Quarto successo stagionale per il Lugano contro il Davos. I bianconeri superano i grigionesi per 3-1 grazie alle reti di Traber, Fazzini e Wellinger.

Qualche errore ma nessun gol
Inizio vivace da parte del Lugano, che cerca subito di mettere sotto pressione la retroguardia avversaria. Il Davos, da parte sua, si fa vedere dalle parti di Schlegel in powerplay, facendo girare velocemente il disco. Nel prosieguo del gioco, nonostante alcuni errori in impostazione da ambo le parti, i grigionesi riescono a costruirsi una buona opportunità con Herzog. Tocca quindi a Fazzini impegnare Aeschlimann in situazione di cinque contro quattro. Le occasioni più nitide capitano nei minuti finali, con il palo esterno dei ticinesi e la conclusione di Corvi neutralizzata dall’estremo difensore bianconero. Il risultato alla prima pausa è quindi di 0-0.

Traber per l’1-0
Il secondo tempo comincia meglio per gli ospiti, che vanno più volte alla conclusione e si creano una grossa opportunità con Knak, lanciato in solitaria verso Schlegel. Il portiere del Lugano riesce però ad avere la meglio. I bianconeri reagiscono e, dopo un primo tentativo di Bertaggia, riescono a portarsi in vantaggio al 33’56’’ con Traber, abile a superare Aeschlimann in situazione di uno contro uno. Il Davos chiude la seconda frazione in powerplay ma il parziale non cambia e le due squadre vanno al secondo intervallo sul risultato di 1-0.

Fazzini allunga, Ambühl accorcia
Pronti via e gli uomini di Pelletier trovano il punto del raddoppio grazie a Fazzini, a segno al termine di un contropiede impostato da Bertaggia. Gli ospiti reagiscono e realizzano il gol del 2-1 con Knak. Gli arbitri, dopo aver visionato l’azione, annullano però la rete per un bastone alto di Frehner. Ci pensa quindi Ambühl ad accorciare le distanze al 50’35’’ con una pregevole giocata individuale. I grigionesi ci provano fino alla fine, beneficiando anche di due powerplay, ma il pareggio non arriva e Wellinger realizza a due secondi dal sessantesimo il gol del definitivo 3-1 a porta vuota.

Tabellino:

HC Lugano-HC Davos 3-1 (0-0) (1-0) (2-1)
Reti:
33’56’’ Traber (Morini) 1-0; 41’59’’ Fazzini (Bertaggia) 2-0; 50’35’’ Ambühl (Herzog) 2-1; Wellinger (porta vuota) 3-1
Arbitri:
Hebeisen e Nikolic (Progin e Kehrli)
Penalità:
5x2’ contro Lugano, 2x2’contro Davos
Lugano:
Schlegel; Chiesa, Wellinger; Loeffel, Wolf; Nodari, Ugazzi; Traber, Romanenghi; Bürgler, Arcobello, Boedker; Walker, Lajunen, Suri; Fazzini, Herburger, Bertaggia; Lammer, Sannitz, Morini; Allenatore: Pelletier
Davos: S. Aeschlimann; Zgraggen, Nygren; Stoop, Jung; Heinen, Guerra; Palushaj, Ambühl, Herzog; Wieser, Corvi, Turunen; Frehner, Baumgartner, Knak; M. Aeschlimann, Egli, Kienzle; Allenatore: Wohlwend
Note: partita a porte chiuse. Premiati Schlegel e S. Aeschlimann

  • 1