Il Lugano cade a Friborgo
Due volte in vantaggio, i ticinesi escono sconfitti per 3-2 dalla BCF Arena
di Thomas Schürch
Il Lugano cade a Friborgo
© CdT/Gabriele Putzu

Il Lugano torna da Friborgo senza punti. Avanti 2-1 alla seconda pausa, gli uomini di McSorley incassano due reti in avvio di terzo periodo e vengono battuti per 3-2

Persiste lo 0-0
In avvio di partita è il Lugano a farsi vedere in avanti, con il rientrante Carr che impegna subito Berra. Con il passare dei minuti i padroni di casa prendono gradualmente in mano il controllo delle operazioni e sono Sprunger e Rossi a rendersi pericolosi. L’occasione migliore del primo tempo capita però ai bianconeri ancora con Carr; il canadese si presenta tutto solo di fronte all’estremo difensore avversario, ma senza riuscire a superarlo. Nel finale di frazione c’è spazio ancora per i tentativi di Desharnais da una parte e di Arcobello dall’altra. Dopo venti minuti il praziale è ancora fermo sullo 0-0.

Il Lugano mette la freccia
Superata senza conseguenze la prima inferiorità numerica del confronto, i ticinesi spezzano l’equilibrio al 26’14’’ con Bertaggia, che finalizza una rapida ripartenza e trafigge Berra. Passati in vantaggio, gli ospiti beneficiano subito di un powerplay, ma non riescono a trovare il guizzo vincente per raddoppiare.

Superata la boa di metà partita, i burgundi ricominciano a premere e ottengono il punto dell’1-1 al 33’40’’ in situazione di penalità differita. Il marcatore è Mottet, la cui ‘bordata’ non lascia scampo a Schlegel. Trascorrono però meno di due minuti e i sottocenerini operano il nuovo sorpasso grazie alla rete realizzata da Fazzini. Nelle fasi conclusive del periodo centrale gli uomini di Dubé vanno vicinissimi al pareggio con Schmid. Il parziale tuttavia non cambia e le due squadre vanno così alla seconda pausa sul punteggio di 1-2.

Cambia tutto
In avvio di terzo tempo il Gottéron ribalta la situazione; al 42’07’’ Mottet (doppietta per lui) firma il 2-2 in powerplay, e dopo 01’27’’ un bello spunto individuale di Walser permette ai Dragoni di portarsi per la prima volta in vantaggio. McSorley decide a questo punto di chiamare il timeout, ma il Lugano fatica a reagire e il Friborgo sfiora il quarto gol, colpendo un palo. Neanche il forcing finale operato a sei contro cinque produce la rete del 3-3 e il confronto termina dunque con la vittoria dei padroni di casa, che si impongono per 3-2.

Tabellino:

Friborgo-Gottéron-HC Lugano 3-2 (0-0) (1-2) (2-0)
Reti:
26’14’’ Bertaggia (Thürkauf, Walker) 0-1; 33’40’’ Mottet (Gunderson, Chavaillaz) 1-1; 35’33’ Fazzini (Carr) 1-2; 42’07’’ Mottet (DiDomenico, in 5 c. 4) 2-2; 43’34’’ Walser 3-2
Arbitri:
Borga e Mollard (Steenstra e Kehrli)
Friborgo: Berra; Gunderson, Chavaillaz; Sutter, Furrer; Dufner, Jecker; Brodin, Desharnais, Mottet; Sprunger (C), Schmid, DiDomenico; Bykov, Walser, Herren; Rossi, Marchon, Jörg; Bougro; Allenatore: Dubé
Lugano: Schlegel; Müller, Riva; Nodari, Wolf; Chiesa, Guerra; Villa; Fazzini, Arcobello (C), Carr; Boedker, Herburger, Morini; Bertaggia, Thürkauf, Walker; Traber, Vedova, Stoffel; Cortiana; Allenatore: McSorley
Note: BCF Arena 6’613 spettatori. Premiati: Mottet e Fazzini

Gli altri risultati di serata:
Ambrì-Piotta-Bienne 4-0
Rapperswil-Ajoie 3-2
Losanna-Berna 4-1
Langnau-Zugo 1-2
Zurigo-Davos 4-3

Classifica Lna:
1. Bienne 10/22; 2. Zugo 10/21; 3. Zurigo 8/17; 4. Friborgo 9/17; 5. Rapperswil 9/15; 6. Lugano 9/14; 7. Davos 8/13; 8. Ambrì-Piotta 8/11; 9. Langnau 9/9; 10. Losanna 7/8; 11. Servette 8/8; 12. Berna 9/7; 13. Ajoie 8/6

  • 1