“Tenetevi pronti, tra poco riparte il campionato”
È il contenuto della lettera dalla Federazione ticinese inviata alle squadre. Non mancano però i problemi logistici e nel frattempo spunta una nuova opzione per validare il campionato
Redazione
“Tenetevi pronti, tra poco riparte il campionato”

“Tenetevi pronti, riparte il campionato”. È in estrema sintesi il comunicato che la Federazione ticinese di calcio(FTC) ha trasmesso alle squadre. Segnali di ripresa del campionato? Così sembrerebbe. Ma le incognite non mancano e ad oggi per allenarsi – lo dicono le misure federali - è obbligatorio indossare la mascherina, i contatti fisici vanno evitati e vige il massimo di 15 giocatori ammessi in campo. I colleghi di Radio3i hanno raggiunto il presidente della sezione tecnica della FTC Silvano Beretta che ha svelato una nuova opzione per poter validare i campionati.

“Consapevoli delle difficoltà”
“Il comitato della federazione è ben consapevole delle difficoltà che ogni società sportiva sta fronteggiando che si protrae da un anno”, spiega Beretta. Nei mesi scorsi la Sezione Tecnica ha elaborato diversi scenari “ma a livello pratico non si è potuto mettere in campo nulla”.

Il Ticino potrebbe rendere valido il campionato...senza tornare in campo
Il campionato, ad ogni modo, rischia di essere validato pur non tornando di fatto in campo sfruttando la maggioranza degli altri campionati minori a livello nazionale che sono stati giocati per almeno la metà. Una sorta di effetto domino dettato, per l’appunto, dai campionati regionali degli altri cantoni. “È uno scenario nuovo e di conseguenza vediamo cosa succede, attendiamo gli sviluppi della situazione”, ha aggiunto.

“Tenetevi pronti”
“Siamo consapevoli della difficoltà di allenarsi con queste misure anti-Covid”, ha detto il presidente. Ma se dal 26 maggio il Consiglio federale dovesse dare il via al campionato è ipotizzabile che da giugno si torni in campo a giocare. “Di conseguenza – sottolinea Beretta - non potevamo che invitare le nostre società nel volersi attivare a riguardo e per questo motivo abbiamo inoltrato la recente comunicazione a tutte le società per tenersi pronti alla possibile ripresa dei campionati”. “Confidiamo nel buon senso di tutti e ci auspichiamo di uscire da questa situazione che sta logorando tutti in tutti gli ambiti”, ha concluso.

  • 1