Lugano, una vittoria prima della sosta
I bianconeri trovano due reti nella ripresa ed espugnano lo Stade de la Tuilière
Redazione
Lugano, una vittoria prima della sosta
© CdT/Gabriele Putzu

È una vittoria che vale il quarto posto in solitaria quella colta dal Lugano a Losanna. I sottocenerini si impongono 2-0 e arrivano così alla sosta nel modo migliore.

Persiste lo 0-0
Nel corso della prima frazione il Losanna si fa preferire e si costruisce alcune occasioni. I tentativi di Mahou e Amdouni vengono però vanificati da Saipi e il risultato non si sblocca. Lo spunto più interessante sul fronte bianconero lo propone invece Celar, che nel finale della prima frazione impegna Diaw. Le due squadre vanno all’intervallo sul parziale di 0-0.

Ziegler dal dischetto
Nella ripresa le opportunità da gol latitano da ambo le parti e l’episodio decisivo capita quindi all’81’: Puertas tocca il pallone con un braccio nell’area di rigore vodese e l’arbitro Wolfensberger concede la massima punizione al Lugano. Dagli undici metri Ziegler non sabglia e sigla la rete del vantaggio ticinese. Nel finale il Losanna preme alla ricerca del pareggio, ma ci pensa Mahmoud a realizzare al 95esimo la rete che permette ai sottocenerini di imporsi per 2-0.

Tabellino:

FC Losanna-FC Lugano 2-0 (0-0)
Reti:
81’ Ziegler (r); 95’ Mahmoud
Arbitro:
Wolfensberger
Losanna (4-1-4-1): Diaw; Chafik, Grippo, Monteiro, Husic; Kukuruzovic (C); Mahou (82’ Bares), Puertas, Thomas (82’ Kouadio), Coyle (68’ Sanches); Amdouni (68’ Ouattara); Allenatore: Borenovic
Lugano (4-4-1-1): Saipi; Lavanchy (73’ Mahmoud), Maric (46’ Hajrizi), Ziegler, Facchinetti; Lovric (61’ Amoura), Sabbatini (C), Custodio, Lungoyi (61’ Abubakar); Bottani; Celar (86’ Yuri ; Alleantore: Croci-Torti
Ammoniti: 16’ Coyle, 35’ Facchinetti, 44’ Chafik, 50’ Husic, 52’ Diaw, 64’ Bottani, 77’ Sanches, 92’ Yuri

  • 1