La Svizzera è tornata a Lugano
I rossocrociati sono arrivati oggi in Ticino per preparare la sfida decisiva contro l’Italia in vista delle qualificazioni ai prossimi mondiali
di gm/daco
La Svizzera è tornata a Lugano

La Nazionale svizzera di calcio è tornata a Lugano. I giocatori di Murat Yakin prepareranno la super sfida di Roma contro l’Italia nel nostro Cantone, soggiornando ancora una volta a Villa Sassa. Dopo la partita contro gli uomini di Roberto Mancini, i rossocrociati torneranno a Lugano per l’ultima fatica nelle qualificazioni ai prossimi Mondiali del 2022 in Qatar, lunedì a Lucerna contro la Bulgaria.

Allenamenti aperti al pubblico
In questi giorni, come detto, i giocatori si divideranno tra lavoro tattico in hotel ed allenamenti sul campo di Cornaredo, alcuni dei quali aperti al pubblico, prima di partire per Roma.

Come sta la Svizzera
Venerdì sera all’Olimpico di Roma servirà un vero e proprio exploit, reso però ancora più difficile dalle assenze di Xhaka e Seferovic, oltre a quelle più recenti di Elvedi, Fassnacht ed Embolo.

Motivazione al massimo in casa rossocrociata
“In vista di una partita simile non c’è bisogno di caricare ulteriormente la squadra – ha dichiarato ai nostri microfoni Pier Tami, direttore delle squadre nazionali – volevamo arrivare alle ultime due partite con le possibilità di qualificazione ai Mondiali ancora intatte ed effettivamente siamo a questo punto. Venerdì a Roma ce la giocheremo contro l’Italia, i Campioni d’Europa.”

La Svizzera è tornata a Lugano
  • 1