L’Italia è campione d’Europa
Gli azzurri superano l’Inghilterra ai rigori e conquistano il trofeo
di Thomas Schürch
L’Italia è campione d’Europa
Foto Shutterstock

Cinquantatré anni dopo, l’Italia è di nuovo campione d’Europa. Dopo l’1-1 maturato nei 120 minuti, gli uomini di Mancini si impongono ai rigori contro l’Inghilterra nella finale di Euro 2020 e vincono il titolo continentale.

Subito Shaw
L’Inghilterra impiega solo due minuti a portarsi in vantaggio: Kane imposta da centrocampo e allarga su Trippier; il giocatore dell’Atletico Madrid va al traversone e sul secondo palo sbuca Shaw, che supera Donnarumma con una conclusione al volo di sinistro. Costretta a rimontare, l’Italia prova a fare la partita, ma fatica a costruirsi nitide occasioni da gol. I britannici, dal canto loro, si difendono in maniera organizzata e si affidano alle ripartenze, cercando di sfruttare il lavoro di Kane. Lo spunto più interessante per gli azzurri lo propone invece al 35esimo Chiesa, che resiste all’intervento di Rice e calcia da fuori area, spedendo il pallone a lato di poco. La prima frazione si chiude sul parziale di 1-0 in favore degli uomini di Southgate.

Bonucci ristabilisce l’equilibrio
In avvio di ripresa ci prova Insigne su calcio di punizione, ma il destro del numero 10 termina a lato. Si rende poi pericoloso Chiesa, il cui destro rasoterra obbliga Pickford a intervenire. L’Italia prende ora in mano le redini del gioco e acciuffa il pareggio al 67’ grazie a Bonucci, a segno sugli sviluppi di un calcio d’angolo. Nella restante mezz’ora il risultato non cambia, malgrado un’opportunità capitata a Berardi, e la sfida prosegue dunque ai supplementari.

Ai rigori prevale l’Italia
Nel corso degli extratime il ritmo cala e le occasioni latitano. Per l’Inghilterra ci prova Phillips dalla distanza, mentre tra gli uomini di Mancini è Bernardeschi a proporsi in avanti. Si tratta degli unici due squilli dei tempi supplementari, al termine dei quali il punteggio è ancora fermo sull’1-1. Sono quindi i rigori a decidere la contesa e dagli undici metri gli azzurri si fanno preferire, realizzando tre penalty a fronte di sole due trasformazioni inglesi. L’Italia si laurea così campione d’Europa per la seconda volta nella sua storia.

Rigori:
Gol di Berardi!/ Gol di Kane!/ Errore di Belotti!/ Gol di Maguire!/ Gol di Bonucci!/ Errore di Rashford!/ Gol di Bernardeschi!/ Errore di Sancho!/ Errore di Jorginho!/ Errore di Saka!

Tabellino:

Italia-Inghilterra 3-2 dr (1-1)
Reti:
2’ Shaw; 67’ Bonucci
Arbitro:
Kuipers
Italia (4-3-3): Donnarumma; Di Lorenzo, Bonucci, Chiellini (C), Emerson (118’ Florenzi); Jorginho, Barella (54’ Cristante), Verratti (96’ Locatelli); Chiesa (86’ Bernardeschi), Immobile (55’ Berardi), Insigne (91’ Belotti); Allenatore: Mancini
Inghilterra (3-4-3): Pickford; Walker (120’ Sancho), Stones, Maguire; Trippier (70’ Saka), Phillips, Rice (74’ Henderson) (120’ Rashford), Shaw; Sterling, Kane (C), Mount (99’ Grealish); Allenatore: Southgate
Note: Wembley, 60’000 spettatori. Ammoniti: 47’ Barella, 55’ Bonucci, 84’ Insigne, 96’ Chiellini, 106’ Maguire, 114’ Jorginho

  • 1